Cirio riporta in tv lo stare a tavola degli italiani e la tradizione del marchio

15 maggio 2015

Un ‘corto d’autore’ per il proprio ritorno in pubblicità: è quello che ha scelto Cirio, la storica marca di pomodori del Gruppo Conserve Italia, che da questo fine settimana torna in tv con uno spot pubblicitario realizzato dall’agenzia McCann Milano e firmato dal regista Ferzan Özpetek (vedi notizia). “Il concept ruota intorno alla familiarità degli italiani con i prodotti a marchio Cirio – spiega Maurizio Gardini, presidente di Conserve Italia -. Il nostro è uno dei brand  alimentari più noti e longevi del nostro Paese. Quando si dice Cirio tutti pensano al pomodoro”.

“La firma di Özpetek – commenta Federico Cappi, direttore marketing retail del gruppo cooperativo – impreziosisce il video di carica emotiva e diventa il racconto di donne, uomini e bambini seduti a tavola che mangiano, una situazione assolutamente realistica, che il regista ha più volte rappresentato in alcuni dei suoi film di successo”. Lo spot, che si chiude con il claim: ‘Cuore italiano’, si avvale anche della musica originale del compositore Pasquale Catalano. Le persone che compaiono nello spot Cirio appaiono sorridenti, distese, amanti della convivialità e dello stare a tavola. Sono tutte ritratte mentre parlano perché, come recita lo spot, ‘parliamo di cibo, sempre’ e ‘perché per noi italiani mangiare non è mai solo mangiare’.

“Questo spot – commenta Daniele Cobianchi, vice presidente di McCann Worldgroup – ridefinisce e attualizza i valori della marca Cirio, rimettendola al centro della cultura popolare italiana. Una marca che ancora oggi federa le differenti peculiarità italiane trasformandole in ricchezza e unicità”. Lo spot andrà in onda a partire da domenica 17 maggio sulle tv generaliste e sui principali canali digitali terrestri e satellitari: il primo giorno di campagna con la versione lunga da 45″ e nei giorni successivi, le versioni da 30” e 15”. Lo spot è stato realizzato dal McCann Milano, con la direzione creativa esecutiva di Alessandro Sabini, la direzione creativa di Gaetano Del Pizzo, art director Paolo Rubino e copywriter Chiara Castiglioni. Prodotto da Filmgood, executive producer Emanuela Cavazzini e producer Stefano Renolfi, il direttore della fotografia è Gigi Martinu.