Infinitytv.it e Bob Torrent si affidano a Webranking per il programmatic

13 maggio 2015

Infinity ha affidato a Webranking le sue campagne di performance e di visibilità con un unico obiettivo: seguire l’utente nell’arco di tutta la customer journey. Per Infinitytv.it, il portale di video on demand di casa Mediaset che mette a disposizione dei propri utenti un catalogo ricchissimo di oltre 5000 titoli fra film, serie tv e spettacoli, Webranking ha ideato una pianificazione dinamica in modalità programmatica volta al raggiungimento del media mix più performante per conseguire gli obiettivi di business. L’approccio data driven adottato da Webranking permette a Infinity di profilare il suo utente, raccogliendo informazioni nell’arco di tutta la customer journey. Il risultato finale è una comunicazione one-to-one più efficace che consente di aumentare il ROAS di ogni singolo canale e abbassare il CPA complessivo. La stessa filosofia di pianificazione è stata adottata anche in occasione del recente lancio di Bob Torrent, la prima web serie prodotta da Infinity con la regia di Maccio Capatonda. L’obiettivo era quello di riuscire a raggiungere un pubblico in target con la serie che potesse appassionarsi e apprezzarne i contenuti, ottimizzando l’efficienza delle campagne e minimizzando la dispersione verso utenti non interessati.

“La scelta di appoggiarsi a Webranking è frutto della necessità d’impostare campagne in logica sales driver attraverso una pianificazione 100% real time basata esclusivamente su piattaforme di trading desk – dice Marco Binda, responsabile digital marketing di Infinity -. L’evoluta piattaforma OTT richiedeva inoltre una fortissima skill tecnica per l’implementazione certificata dei tool di misurazione indispensabili per ideare rapide strategie di marketing. In Infinity siamo consapevoli che i risultati ad oggi ottenuti siano il frutto di una coraggiosa scelta di Mediaset nell’esplorare una nuova frontiera della fruizione video online ma anche dell’ideazione di un’attenta offerta commerciale che parte dall’analisi del comportamento dei nostri clienti e sia in linea con le più severe regole del web. Senza un partner come Webranking, difficilmente avremmo potuto raggiungere l’attuale traguardo”. Per raggiungere risultati ottimali, Webranking ha collaborato con diversi tool e piattaforme come: Adform, Rocketfuel, Criteo, Mythings, Tradedoubler, Google, Facebook, Twitter.