Festival of Media Global, lo sguardo del mondo sulla comunicazione digitale

11 maggio 2015

Convegni, concorsi ed eventi speciali: il Festival of Media Global Awards ed Emerge

Si è aperto ieri pomeriggio a Roma il Festival of Media Global, convegno dedicato al mondo della comunicazione, che si concluderà domani all’Hotel Cavalieri in via Alberto Cadlolo 101. Una tre giorni dove la comunicazione digitale – in tutte le sue forme – sarà al centro. Il fitto calendario prevede diversi convegni e due momenti speciali: il Festival of Media Global Awards, che premierà il meglio dell’industria della comunicazione mondiale, ed Emerge, uno spazio ad hoc per le start-up tecnologiche più innovative. Molti i brand che partecipano  a questa seconda edizione tra cui: Barilla, Birra Peroni, BNL, Bolton, Enel, FCA, Ikea, Indesit, Luxottica, P&G, Sab Miller, Sky, Telecom Italia, Unilever e molti centri media, tra cui  i principali network GroupM, OMG, IPG Mediabrands.

Tra gli speaker dei vari panel si segnalano diversi protagonisti della scena digitale mondiale, tra questi Daina Middleton (Head, Global Business Marketing di Twitter), Alexis Ohanian (Co-founder di Reddit), David Pemsel (Deputy chief executive di Guardian News & Media), Jamie West (Deputy managing director di Sky Media), Hernan Lopez (ceo di Fox International Channels), Jimmy Maymann (ceo di The Huffington Post). Una delle novità di quest’anno sarà il progetto Emerge: 25 delle nuove aziende più interessanti, selezionate da una giuria di esperti ed investitori, saliranno sul palco del Festival of Media Globals per esporre in due minuti il proprio progetto di business. Un’occasione davvero unica visto che a seguirli, come detto, ci saranno i top manager delle più grandi multinazionali del globo. Gli eventi Emerge si terranno in diversi momenti nel corso delle giornate di lunedì e martedì.

Martedì sera ci sarà invece la cerimonia di premiazione dei Festival of Media Global Awards 2015, evento che rappresenterà il gran finale della tre giorni tutta dedicata a media e comunicazione. Ecco tutte le categorie del concorso: Best Communications Strategy, Best Engagement Strategy, Best Entertainment Platform, Best Event/Experiential Campaign, The Creative Use of Media Award, The Effectiveness Award, Media Vendor of the Year, Best media owner sales team initiative, Best Content Creation Award, Best Use of Content, Best Use of Video, Best Community Development, Best Digitally Integrated Campaign, Best Use of Mobile, Best Social Media Campaign, Best E-Commerce Campaign, Best Use of Technology, Best Use of Programmatic Technology, Best Use of Native Advertising, Best Launch Campaign, Consumer Research Award, The Smart Use of Data Award, Best Targeted Campaign, The Utility/Public Service Award. Tutte le informazioni sul Festival of Media Global: www.festivalofmedia.com.


Teads e la sfida della viewability

L’anno scorso il MRC, in collaborazione con lo IAB, ha definito una impression video come la visualizzazione di 2 secondi del 50% dei pixel di un player. In base a questo standard, il 70% delle campagne di video advertising non è visualizzato. E’ questo il punto di partenza dell’intervento odierno di di Pierre Chappaz, co-founder ed executive chairman di Teads, durante il Festival Of Media di Roma.

“E’ arrivato il momento di definire nuovi standard per garantire campagne di video advertising 100% visibili – commenta Pierre Chappaz. I brand non possono più permettersi di sprecare i propri investimenti. Teads è da sempre in prima linea nel garantire il massimo livello di viewability. Per noi la soluzione si basa su tre pilastri: formati pubblicitari che rispettano gli utenti che non sono obbligati a guardare l’annuncio. Video view to play, che partono solo quando sono effettivamente visibili. Un modello di business a CPV: i nostri clienti ed i brand con le loro agenzie, pagano solo in caso di view complete. Grazie a questa strategia e a formati come l’inRead, siamo in grado accontentare le esigenze dell’advertiser e di offrire nuove possibilità di monetizzazione ai publisher, il tutto rispettando l’esperienza di navigazione online dell’utente”.

L’intervento dal titolo ‘Viewability: the mission for new standards’ è previsto per le ore 16.25.