Cookie, la industry digitale gioca la carta della trasparenza

6 maggio 2015

Sesini (IAB Italia):“Fondamentale lavorare a livello interassociativo”

di Andrea Crocioni

Arriva il kit di implementazione della Cookie Law. Elaborato sulla base delle misure prescritte dal Garante della Privacy, questo strumento permetterà sia di potenziare i diritti degli utenti internet sia di salvaguardare le possibilità di svolgimento delle attività economiche responsabili basate proprio sull’utilizzo dei cookie. Presentato ieri a Roma, il kit è promosso da  DMA Italia, Fedoweb, Iab Italia, Netcomm e Upa – importanti associazioni di categoria che rappresentano editori online, siti di e-commerce, operatori online e data driven advertising e investitori pubblicitari  – per venire incontro al provvedimento del Garante per la Protezione dei Dati Personali, esecutivo dal 2 giugno, che mira proprio all’“Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”.

Il servizio, a cui hanno collaborato anche Anorc, Assirm, Assocom, Fcp e Unicom, sarà disponibile liberamente per tutte le aziende interessate all’applicazione della cookie law sui siti delle associazioni stesse. Grazie al kit gli utenti saranno informati con più chiarezza e trasparenza sulle caratteristiche e le finalità dei cookie installati dai diversi siti (comprese le terze parti) e potranno esprimere agevolmente il proprio consenso informato. “Questa iniziativa ha un’importanza enorme per la nostra industry – ha dichiarato Daniele Sesini (nella foto), nuovo Direttore Generale Iab Italia -, non solo perché viene incontro alle richieste del garante. Il mercato dell’adv online di fatto ha avuto grandi benefici dalla gestione dei cookie. Hanno favorito la crescita di un comparto, che  nonostante la crisi e in linea con le stime, ha chiuso l’anno a 2 miliardi di euro, mettendo a segno una crescita del 12,7%. Il provvedimento va nella direzione della trasparenza e di una maggiore consapevolezza da parte degli utenti, che ne escono più tutelati. I cookie non devono spaventare, sono codici che permettono di fornire servizi online in modo meno invasivo e di conseguenza contribuiscono a migliorare l’esperienza di navigazione, consentendo anche di erogare la pubblicità in modo più intelligente. Questo può significare una crescita importante per il mercato”.

Siamo di fronte a un’industria del digitale matura che gioca la carta dell’autoregolamentazione. “E’ stato fondamentale lavorare a livello interassociativo su un piano condiviso”, ha chiarito Sesini che nell’occasione ha voluto ribadire l’impegno profuso da Iab nello sviluppo della cultura digitale. “E’ una strada aperta nel 2008 da Iab Europe con la creazione di tavoli di lavoro sull’autoregolamentazione e che ha portato alla nascita del sito YourOnlineChoices”, ha continuato il dg. Il kit porterà un sostegno concreto agli operatori di mercati in costante crescita come quelli dell’informazione, dell’online advertising e dell’e-commerce, semplificando la relazione con i consumatori. “Dall’entrata in vigore della nuova normativa ci vorrà qualche settimana per avere i primi riscontri”, ha precisato Sesini. Il kit sarà promosso con una campagna pubblicitaria online, realizzata dall’agenzia Grand Union, incaricata a seguito di una gara. La comunicazione, al via il 2 giugno, coinvolgerà i siti degli associati delle realtà promotrici e rimanderà a una landing page che darà direttive agli operatori, fornendo nel contempo chiarimenti agli utenti finali.