Per gli Enfants Terribles è il momento di dire Hallelujah

6 maggio 2015

E’ proprio nei momenti di crisi che bisogna investire: una di quelle frasi fatte che molti imprenditori si sentono in dovere di pronunciare, ma che in pochi applicano concretamente. Fortunatamente qualcuno il coraggio lo trova. Fa il suo esordio in Italia Hallelujah, nuova digital agency posseduta in maggioranza da Enfants Terribles. La sigla – che nasce dall’esperienza di ebolaindustries, fra le prime viral agency in Italia – vede al timone Mizio Ratti e Valerio Franco che presto saranno affiancati da un partner dal profilo altamente tecnologico legato al mondo della ricerca.

Hallelujah è una start-up innovativa che parte con lo sviluppo di due prodotti di business intelligence (Babiloo, digital social dashboard, e ViralComb, viral dashboard), ma presidia anche il campo della comunicazione fornendo servizi che vanno dal design secondo i principi della User Experience fino al monitoraggio del Digital Ecosystem, dallo sviluppo di strategie di e-Commerce fino al Big Data, dalla comunicazione Cross Media fino alle forme più nuove e sperimentali come IoT e tecnologie Wearables. Il progetto si presenta sul mercato con credenziali finanziarie molto solide: un capitale sociale di 100.000 euro, interamente versato, e un business plan finanziato per quasi un milione di euro in 3 anni.

“Hallelujah è un’agenzia digital, come non ce ne sono ancora in Italia, che si pone una sfida ambiziosa: allevare techno-creativi, cioè persone che sappiano usare entrambi gli emisferi del cervello e siano capaci di rispondere in maniera originale e innovativa alle sfide dei brand in questa nuova era rivoluzionaria”: con queste parole, dal suo blog (mizioblog.com/hallelujah), Mizio Ratti ha presentato alla community dell’advertising italiano la neonata struttura. L’agenzia si candida a diventare un nuovo protagonista della comunicazione digital in Italia e lo fa partendo dai talenti. Hallelujah, infatti, è in fase di recruiting e intende assicurarsi le migliori professionalità in circolazione offrendo working equity alle figure più strategiche, formula assolutamente nuova per il mondo della comunicazione. Nove le posizioni aperte al momento sul sito www.hallelujah.it: Technical Delivery Manager, Front End Developer, UX/UI Architect, Digital Strategist, Web Designer, Back end Developer, Big Data Analyst, SEO/SEM Strategist, Social Media Manager.