SAVE e Clear Channel insieme per ‘Secret Power’ di Simon Denny

5 maggio 2015

Per la 56° Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Simon Denny (nella foto), uno degli artisti neozelandesi più importanti nel mondo dell”arte contemporanea internazionale, è stato selezionato dal Creative New Zealand, Arts Council della Nuova Zelanda Toi Aotearoa, per esporre le sue opere nel Padiglione della Nuova Zelanda dal 9 maggio al 22 novembre 2015. Il progetto, ‘Secret Power’, analizza l”intersezione tra conoscenza e assetto geografico nell”era ‘post-Snowden’ e sarà allestito nelle zone arrivi, Schengen ed extra-Schengen dell’aeroporto Marco Polo.

Simon Denny è il primo artista, presente alla Biennale d’Arte di Venezia, ad usare uno spazio aeroportuale, messo a disposizione da SAVE, società che gestisce l’aeroporto Marco Polo di Venezia. L”installazione opera nell”interstizio tra le frontiere, combinando i linguaggi dei cartelloni pubblicitari, dell”architettura contemporanea e delle rappresentazioni storiche del valore della conoscenza. In questo spazio, Clear Channel, che, con 2A Airport Advertising gestisce, dal 2012 insieme a SAVE, la commercializzazione degli spazi online slots pubblicitari dello scalo veneziano, è stata incaricata dall’artista neozelandese di realizzare la grafica delle pavimentazioni e delle pareti nelle aree arrivi Schengen ed extra-Schengen – per una superficie complessiva di quasi 1.000 mq. – mediante un’adesivazione diretta.

La grafica riproduce il soffitto della Biblioteca Nazionale Marciana, che in versione capovolta, diventa per l’occasione il pavimento dell’area calpestabile con l’obiettivo “teaser” di anticipare al viaggiatore la seconda parte del progetto che si sviluppa per l’appunto nella Biblioteca Nazionale Marciana, luogo dove sono conservate mappe e atlanti storici e dove la nuova installazione di Simon Denny traccia un parallelismo tra questa spettacolare, benché obsoleta, rappresentazione del mondo e il modo in cui il mondo è diviso e cartografato oggi.