Reporter senza Frontiere lancia ‘The Bullshit Face Project’

5 maggio 2015

Il progetto realizzato sotto la direzione creativa di Sergio Spaccavento

Ieri, in occasione della Giornata Mondiale della Libertà di Stampa, l’organizzazione Reporter senza Frontiere lancia un’iniziativa dal linguaggio fortemente provocatorio. ‘The Bullshit Face Project’ nasce con l’obiettivo di richiamare l’attenzione del pubblico sul pericolo di un’informazione parziale e faziosa: quotidianamente, infatti, gli esponenti politici, a prescindere dal loro orientamento e dalla loro posizione, rilasciano in completa libertà  dichiarazioni più o meno verosimili.

Dichiarazioni che, in assenza di un accurato lavoro di verifica da parte di giornalisti e reporters, i cittadini sono costretti a considerare attendibili, anche quando si tratta di vere e proprie ‘bullshit’. Da qui l’idea di raccogliere 5 kg di veri escrementi di mucca e utilizzarli come materia prima per realizzare i ritratti di sette politici e relative dichiarazioni. Un progetto artistico unico del suo genere, da cui è nata una campagna stampa di forte impatto realizzata da Salvatore Zanfrisco (illustratore e art director), sotto la direzione creativa di Sergio Spaccavento. Il fotografo è Giuseppe Toja, mentre la regia del video è di Alessio Dogana con la casa di produzione Beemotion.