Per Birrificio Angelo Poretti un 2015 nel segno di Expo

23 aprile 2015

di Andrea Crocioni


Birrificio Angelo Poretti si prepara a spillare il primo boccale ad Expo. Il brand ‘italiano’ di Carlsberg sarà presente alla manifestazione in qualità di Birra Ufficiale di Padiglione Italia. “Oggi completiamo un percorso iniziato nel 2008 con l’aggiudicazione dell’Expo alla città Milano. Allora Poretti era un marchio ‘addormentato’, molto locale. La partecipazione all’Esposizione Universale ci ha spinto, in questi sette anni, a riprendere il filo di un percorso storico”, ha dichiarato Alberto Frausin, ad di Carlsberg Italia, intervenuto ieri per presentare l’impegno del gruppo a Expo. L’incontro si è svolto presso il 7 Luppoli – Birra e Cucina di viale Ortles a Milano, nuova ‘casa’ di Birrificio Angelo Poretti nel capoluogo lombardo che nei sei mesi della manifestazione catalizzerà attività ‘fuori-expo’ dell’azienda. Ad accompagnare la storica birra ad Expo è Ogilvy & Mather Italia.

L’agenzia, incaricata lo scorso autunno, ha creato il concept di comunicazione che caratterizzerà lo spazio di Poretti all’evento.  ‘Dal 1877, Maestri del Luppolo’: è con questo claim che il marchio accoglierà visitatori e consumatori, all’interno di un’area privilegiata collocata all’incrocio tra il Cardo e il Decumano. Nasce così La Piazzetta della Birra. Per celebrare Expo i Mastri Birrai del Birrificio hanno dato la miglior dimostrazione del loro ‘saper fare’ creando la ‘10 luppoli’, birra champagne nata proprio per questo palcoscenico internazionale. Sin dall’esterno i visitatori verranno immersi nel mondo di Birrificio Angelo Poretti, grazie alla Luppolo Experience, un giardino di luppoli veri. Inoltre, quattro installazioni a forma di luppolo gigante li avvolgeranno in un’esperienza polisensoriale. I visitatori verranno guidati in un viaggio fisico-temporale alla scoperta del luppolo, dell’eccellenza di materie prime e Mastri Birrai e della sostenibilità sotto tutti i punti di vista. Alcuni totem interattivi permetteranno di conoscere meglio l’azienda. Al centro dello spazio esterno, infine, il simbolo di DraughtMaster, la vera rivoluzione nel mondo della birra  creata da Carlsberg Italia (contenuta in fusti di pet e spillata senza presenza di CO2): una ‘grande spina’ attraversata da ‘birra luminosa’ in cui fluiranno le parole, tradotte in più lingue, che contraddistinguono il mondo di Birrificio Angelo Poretti. L’interno, invece, è un connubio fra stile Liberty e architettura industriale, con chiari richiami allo storico stabilimento di Induno Olona (Va). Per il marchio Expo sarà anche un’occasione di confronto con tutti coloro che fanno del “coraggio dell’eccellenza” l’ingrediente principale della loro attività. Per questo, una volta al mese, si alterneranno sei scuole segnalate nel volume ‘La regola del talento’ – nato dalla collaborazione tra Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e la Fondazione Deutsche Bank Italia – nell’esposizione di un oggetto d’arte proprio del loro mestiere.

Tra queste figura anche ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, che ha selezionato produttori di DOP, IGP e Presidi Slow Food che, periodicamente, presenteranno al pubblico le loro eccellenze gastronomiche. La pluriennale collaborazione con ALMA si riassume anche nel ricettario online che per l’occasione diventerà un vero e proprio prodotto editoriale. Nell’ambito dell’abbinamento gastronomico avrà uno spazio speciale anche Itasushi che propone ricette a base di eccellenze del Made in Italy sottoforma di sushi. Il leitmotiv principale che unisce le attività ideate e proposte da Birrificio Angelo Poretti sarà il concetto di Vivaio, ideale portante di Padiglione Italia. “Stiamo lavorando al palinsesto di eventi che organizzeremo nel corso di Expo”, ha dichiarato a Today Pubblicità Italia Laura Marchini, Corporate Affairs Manager di Carlsberg Italia. “Quest’anno – ha continuato – ci sarà un incremento del budget di comunicazione funzionale alla nostra partecipazione all’Esposizione, con un forte focus proprio su Poretti. Lavoreremo molto all’interno del sito espositivo puntando su valori quali artigianalità, innovazione e sostenibilità”.

Per quanto riguarda l’atl il brand Poretti, oltre che su stampa, è tornato recentemente in tv con la campagna dedicata alla 4 Luppoli, arricchita da un codino dedicato alla partnership con Expo. Per quanto riguarda gli altri brand in portafoglio a Carlsberg grande attenzione a Tuborg. “Lo scorso anno ne abbiamo rilanciato la distintività concentrandoci sul tappo a strappo – ha detto Marchini -. Quest’anno la campagna continuerà e ci sarà presto un’evoluzione. Per quanto riguarda il marchio Carlsberg, invece, proseguiremo con la strategia che ci ha portati in Italia a preferire gli eventi e le attività unconventional all’atl. Fra le novità di questo 2015 il nuovo negozio virtuale di Carlsberg Italia vogliadibirra.it. Il sito (pronto a fine aprile, ndr) nasce con l’obiettivo di creare un nuovo canale di vendita per tutti i brand del gruppo”, ha concluso la manager.