Giustiziacivile.com spegne una candelina e aumenta del 35% il numero di abbonati

22 aprile 2015

Il passaggio dal cartaceo al digitale della ultrasessantenne rivista di approfondimento giuridico Giustizia Civile, edito da Giuffrè Editore, non solo è riuscito a contenere la perdita di lettori (concentrata soprattutto nella fascia dei lettori maturi, oltre i 60 anni di età) ma questa è stata totalmente assorbita e anzi superata dalla richiesta di nuovi abbonati che ha visto un aumento di oltre il 35% che, al netto delle defezioni, risulta essere del 75% di nuove sottoscrizioni.

Giustiziacivile.com non ha rappresentato una mera operazione di restyling o di trasposizione dal cartaceo al digitale – commenta Fabrizio Di Marzio, uno dei due direttori e curatori della rivista online -. Si è trattato invece di un progetto più complesso e articolato che, grazie alla maggior potenza dello strumento online, ha consentito di aumentare il livello e la quantità dei contenuti. Sono, infatti, 10 le aree tematiche trattate con circa 500 contributi autorevoli per un totale equivalente di 5.000 pagine in edizione cartacea. Questo vuol dire essere riusciti a riunire, in un unico ambiente web, ben 10 riviste specializzate. Giustiziacivile.com si è rivelato un vero e proprio amplificatore del dna della rivista, che, a parità di prezzo, ha consentito all’utente la fruizione di un contenuto completo ed esaustivo che gli permette di avere a portata di mano il dibattito su tutte le principali tematiche in essere nel Diritto Civile, proprio come accade nelle Aule dei Tribunali e nelle Sedi Universitarie. E infine, sottolineo anche il pregio della facilità e immediatezza di accesso alla vasta e autorevole banca online Giuffrè”.

“La nostra si è rivelata essere una scelta culturale ed editoriale vincente – ha aggiunto Antonio Giuffrè, direttore generale della casa editrice -. Abbiamo infatti guadagnato nuove fasce di utenti più giovani che prima non ci seguivano e mantenuto il target più maturo grazie allo spin-off del trimestrale cartaceo di approfondimento, a tutto vantaggio della qualità offerta e del fatturato in crescita”. Le principali caratteristiche di Giustiziacivile.com sono massima qualità dei contenuti ottimizzati per pc, tablet e smartphone, una navigazione facile e intuitiva che consente di attivare 4 diverse opzioni di ricerca: per materia; per rubriche; per ricerca semplice e avanzata; per autore. Non ultima la garanzia di approfondimento a 360° offerta dall’archivio documentale della rivista dal 1975 a oggi e dal collegamento diretto con Ius Explorer, il Google dei motori di ricerca giuridica, che consente l’accesso al grande patrimonio documentale online di Giuffrè Editore. Ai contenuti presenti sul sito Giustiziacivile.com si è affiancata una rivista trimestrale in formato cartaceo, Giustizia Civile, luogo naturale di analisi e approfondimento dei temi più complessi a cura dei maggiori esponenti della dottrina italiana.