Starcom Italia si aggiudica la gara media di UNHCR

22 aprile 2015

di Claudia Cassino


Al termine di una gara indetta da UNHCR nel 2014, Starcom Italia si è aggiudicata l’incarico per la pianificazione online e offline delle campagne dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Alla gara, relativa al mercato italiano ma coordinata a livello internazionale dal quartier generale di Ginevra, avevano partecipato diverse strutture. Come confermato a Today Pubblicità Italia da Boaz Rosenberg, executive director di Starcom Italia, il cliente è entrato dall’inizio del 2015 nel portafoglio della centrale media che fa parte di Starcom MediaVest Group.

“Ci eravamo già occupati della pianificazione televisiva di UNHCR nel 2001 – spiega Rosenberg -. Adesso estendiamo la nostra attività a tutte le pianificazioni online e offline”. L’organismo, nato all’indomani della Seconda Guerra Mondiale con il compito di assistere i cittadini europei fuggiti dalle proprie case a causa del conflitto, aveva un mandato di ‘soli’ tre anni: oggi è la principale organizzazione al mondo impegnata in prima linea a salvare vite umane, a proteggere i diritti di milioni di rifugiati, di sfollati e di apolidi.

Proprio gli apolidi sono stati al centro dell’ultima campagna di UNHCR, #IBelong, che si prefigge di porre fine all’apolidia in 10 anni. Lanciata nel novembre 2014, è stata sviluppata da Fabrica, l’agenzia creativa di Benetton Group. Attualmente impegnata nella gara globale Etihad Airways-Alitalia, Starcom può contare anche su un nuovo cliente internazionale assegnato alla fine del 2014 dopo un pitch: si tratta di Brown-Forman, colosso nel settore ‘spirit’ proprietario tra gli altri del brand Jack Daniel’s.