Assocom, nasce PR Hub

21 aprile 2015

Marco Testa

Avevamo lasciato Business Press, EPR Comunicazione, Glebb & Metzger, Gruppo Rem Divisione Orange, Havas, Ketchum, MN Holding, MY PR, Noesis e Segest appena fuoriuscite da Assorel e intenzionate a portare avanti un progetto comune con l’ex presidente dell’associazione Andrea Cornelli, ceo di Ketchum. Ieri l’annuncio da parte di Assocom, che nell’ultimo Consiglio Direttivo (il 15 aprile) ha accolto la domanda di adesione da parte delle 10 strutture.

“Ogni nuovo ingresso in Assocom è per noi motivo di soddisfazione ma in questo caso siamo particolarmente contenti e orgogliosi – ha commentato Marco Testa (nella foto), presidente di Assocom -.  Che 10 importanti agenzie di Relazioni Pubbliche abbiano deciso di avvicinarsi alla nostra associazione ci conferma che siamo il punto di riferimento in Italia per il mondo della comunicazione e che stiamo lavorando nella direzione giusta per continuare a rappresentarlo efficacemente e ad interpretarne il cambiamento. Sono certo avere una presenza così rilevante delle Relazioni Pubbliche sarà un arricchimento per tutti noi e che il confronto e la sinergia fra le tante diverse specializzazioni che Assocom  racchiude darà un nuovo impulso a tutta la nostra attività”.  Sarà un’apposita commissione a studiare nel dettaglio le modalità con cui verrà organizzato l’ingresso dei nuovi associati nelle diverse componenti interne ad Assocom,  che non prevede comunque cambiamenti sostanziali di statuto e governance. La commissione sarà costituita da rappresentanti delle agenzie di Relazioni Pubbliche neo associate e da un rappresentante di Assocom.  Le 10 agenzie si sono strutturate in una nuova piattaforma di open knowledge e intelligenza collaborativa a cui hanno dato il nome PR Hub.

“Nella nostra ricerca di un’evoluzione professionale, di una logica nuova di proposizione al mercato, abbiamo ritenuto che Assocom presentasse già un panorama utile al confronto, alla sinergia e alla contaminazione – spiega Cornelli a Today Pubblicità Italia -. È la soluzione più naturale e abbiamo riscontrato in Assocom un grande entusiasmo che va oltre al fatto di aggiungere 10 associati. L’auspicio è che al nostro gruppo si uniscano altre sigle”. PR Hub rappresenta circa 35 milioni di euro di fatturato e 330 addetti. Una nota diffusa ieri dal gruppo sottolinea: “L’ambizione è quella di porsi fin da subito come l’aggregatore di riferimento per tutte le agenzie di pr, di Digital PR, di comunicazione e di marketing digitale che si posizionano nel contesto attuale come player multidisciplinari, moderni e business-oriented e che non solo condividono questo tipo di approccio, ma anche quei valori permeati di etica, modernità e innovazione, che PR Hub ritiene fortemente di rappresentare fin dal principio. Dal punto di vista organizzativo, PR Hub sarà una piattaforma di aggregazione on air oltre che web based, utile, senza confini, capace di attrarre e ospitare chi esercita talento e chi è interessato agli insight di ogni forma e tipo”. (L.Bu.)