Interbrand Italia cresce a doppia cifra nel primo trimestre 2015

20 aprile 2015

di Valeria Zonca


Business development, consolidamento del rapporto con i clienti in portfolio e nuove discipline tra cui il retail e la brand experience: sono questi gli ingredienti che hanno permesso a Interbrand, società internazionale di brand consultancy, di ottenere un risultato di crescita a doppia cifra nel primo trimestre 2015 in Italia. “E’ stata la migliore performance di sempre – ha dichiarato a Today Pubblicità Italia Manfredi Ricca (nella foto), managing director di Interbrand Italia -. Interbrand sta delineando un assetto sempre più coeso a livello globale, ma in particolare europeo, in modo da offrire ai clienti team di lavoro con competenze attinte dalle migliori risorse del gruppo”.

Tra gli ultimi lavori dell’agenzia c’è l’ideazione, dopo l’acquisizione del cliente nel 2014, del nuovo store concept Motoplex inaugurato a Mantova che riunisce i quattro brand Guzzi, Piaggio, Vespa e Aprilia. Inoltre, Interbrand ha recentemente sviluppato il nuovo posizionamento di BPER Banca, ideando marchio e pay-off. “Abbiamo messo al servizio di BPER lo stato dell’arte delle nostre discipline strategiche, analitiche, creative ed esecutive – ha commentato Ricca -. Non abbiamo semplicemente creato un nuovo logo, ma un asset che tocca ogni aspetto dell’organizzazione”.

La società ha infine lanciato anche il nuovo paradigma ‘Age of You’, individuando tre ere fondamentali nella storia dei brand che hanno saputo ridisegnare il proprio business al meglio: Age of Identity, Age of Value e Age of Experience. Interbrand ha, quindi, postulato che una nuova era emergente sta facendo il proprio ingresso nel mondo del business globale: Age of You, “che parte dalla constatazione che nel momento in cui i consumatori diventano più connessi e integrati, i dati generati creano valore per i consumatori, per i brand e per il mondo in generale – ha spiegato Ricca -. Ne consegue che i brand di tutte le categorie e i settori saranno più ‘smart’: prodotti e strumenti lavorano in concerto l’uno con l’altro, attraverso catene di distribuzione e in parallelo con il nostro ‘set’ personale di dati. I brand che vorranno cavalcare l’approccio Age of You dovranno essere in grado di creare esperienze personalizzate e particolarmente accurate. Ovvero dar vita attorno a ciascuna persona ciò che Interbrand definisce un Mecosystem”.