L’Albero della Vita racconta l’Italia a Expo 2015

13 aprile 2015

Si è tenuta venerdì 10 aprile a Milano, al Piccolo Teatro di via Rovello, la presentazione dei contenuti e dei protagonisti dell’Albero della Vita, opera realizzata dal Consorzio Orgoglio Brescia con le sponsorizzazioni di Coldiretti e Pirelli. Il concept è stato sviluppato da Marco Balich, presidente di Balich Worldwide Shows e direttore artistico del Padiglione Italia, che ne ha curato anche il design in collaborazione con lo studio Giò Forma.

L’Albero, simbolo di Padiglione Italia, si erge al centro di Lake Arena, il più grande spazio open air di Expo, situato di fronte a Palazzo Italia, luogo di rappresentanza dello Stato e del Governo. I 35 metri lungo cui si intrecciano legno e acciaio seguono un disegno ispirato a una delle opere più rappresentative del Rinascimento italiano: il pavimento della piazza del Campidoglio di Roma, realizzata da Michelangelo. L’Albero della Vita è anche allegoria del Vivaio, il tema con cui l’Italia ha scelto di partecipare alla esposizione: i visitatori avranno a disposizione delle postazioni dove registrare il loro pensiero sul Futuro e sull’Italia. L’obiettivo è raccogliere migliaia di testimonianze con le quali comporre sul sito di Padiglione Italia una fotografia multimediale. L’Albero sarà inoltre lo scenario di più di 1.200 spettacoli che cattureranno l’attenzione dei visitatori attraverso musiche, giochi d’acqua, di luce, effetti tridimensionali: sette spettacoli al giorno (5 minuti durate il giorno, 15 nelle ore serali), sulle note di cinque brani musicali. Parallelamente all’opera si sviluppa poi anche la composizione ‘Tree of life Suite’ scritta da Roberto Cacciapaglia, colonna sonora della proposta italiana.

“L’Albero sarà l’approdo del Grand Tour che abbiamo immaginato come filo conduttore del percorso espositivo di Padiglione Italia”, ha affermato Diana Bracco, presidente Expo 2015 e commissario generale per il Padiglione Italia. “Il nostro obiettivo era trovare un’icona contemporanea per l’Italia e gli italiani, creare un oggetto con una forte identità, che parlasse del passato e del futuro del nostro Paese – ha dichiarato Balich -. L’esperienza nella creazione delle Cerimonie Olimpiche ci ha insegnato l’importanza dei simboli e crediamo che il Padiglione Italia abbia trovato il suo. L’Albero della Vita è un’espressione vivente del concetto di vivaio, è uno slancio, un movimento dinamico che ispira”.