Chicco investe un milione per Expo e si affida alla sede torinese di Armando Testa

3 aprile 2015

di Laura Buraschi


Sono tra i 600 e gli 800.000 i bambini tra 0 e 5 anni attesi con le loro famiglie ad Expo Milano 2015: numeri che non trascurabili, tanto più che “visto il tema della nutrizione abbiamo pensato subito di dare maggiore attenzione alle nuove generazioni”, come spiega Giuseppe Sala, commissario unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 e amministratore delegato Expo 2015 spa. Sarà quindi la prima Esposizione Universale ‘family friendly’ e “per rispondere alle esigenze delle famiglie – sottolinea Piero Galli, direttore generale della Divisione Sales & Entertainment di Expo 2015 – abbiamo cercato di costruire delle partnership adeguate”.

Nasce così l’accordo con Chicco, official sponsor della Children Hospitality, che consentirà alle famiglie di trovare a Expo una serie di servizi a loro dedicati: una ‘Welcome area’ per dare accoglienza e fornire indicazioni logistiche su tutti i servizi; un welcome kit contenente una mappa cartacea e digitale dei servizi family friendly del sito espositivo, unitamente a prodotti utili; mille passeggini di cortesia a disposizione gratuita dei genitori; 14 aree nursery dove sarà possibile trovare tutto il necessario per l’allattamento e il cambio dei più piccoli, grazie a una fornitura di 350.000 salviettine detergenti, 50.000 confezioni di pannolini e oltre 30.000 prodotti tra fasciatoi, federe, cuscini per l’allattamento e mangia-pannolini; più di 1.000 prodotti per la pappa tra seggioloni, rialzi sedia e scalda-biberon in 10 punti ristoro (CIR food e Eataly) del sito espositivo.

Chicco sarà presente anche nel Fuori Expo, collaborando con partner privilegiati come Eataly, Straf hotel e Grand Hotel et de Milan, per garantire ai visitatori un’esperienza a misura di famiglia anche all’esterno dal sito espositivo. Claudio De Conto, amministratore delegato Artsana, evidenzia: “Tutta la competenza Chicco sarà al servizio di questo appuntamento internazionale che avrà risonanza mondiale, per accogliere al meglio le famiglie: siamo e saremo al fianco di genitori e bambini perché crediamo fortemente nell’importanza di alimentare il futuro dei più piccoli, iniziando dal loro presente”. Il progetto sarà sostenuto da una campagna pubblicitaria con il claim ‘Feed their future’, firmata dalla sede torinese di Armando Testa, a cui Artsana ha recentemente affidato il proprio budget di comunicazione. Il soggetto sarà pianificato da Zenith su stampa e web e nei punti vendita.

“Nel complesso il nostro investimento per questa operazione, comprensivo di piano adv, strumenti che forniremo a Expo e persone, ammonta a circa 1 milione di euro” dichiara De Conto. Per quanto riguarda il resto dell’anno, l’azienda è stata on air recentemente con lo spot per Trio Love, firmata alla fine dello scorso anno dall’agenzia Dlv Bbdo che precedentemente deteneva l’incarico. “Siamo costantemente on air con diversi prodotti – spiega Marco Schiavon, regional director Italia, Spagna e Portogallo di Chicco -, mentre in tv dopo questo primo flight torneremo in vista del Natale. Il budget complessivo è in linea con quello dello scorso anno”.