Il Premio Ricoh ‘incorona’ l’arte contemporanea  

1 aprile 2015

Scelti i vincitori del riconoscimento orientato alla responsabilità sociale

 

Jang Sung-An, Satoshi Mori, Alban Met-Hasani e Stefano Cecatiello. Questi i vincitori della 5a edizione del Ricoh, il Premio per artisti contemporanei, fortemente orientato alla responsabilità sociale. Coreano di Seoul, 30 anni, Sung-An è stato proclamato vincitore assoluto, con un dipinto molto materico, con pittura acrilica, intitolato ‘Immergersi nella natura’. Mori, Met-Hasani e Cecatiello hanno trionfato rispettivamente nelle categorie ‘Pittura, disegno, grafica’, ‘Scultura e installazione’ e ‘Fotografia, video, digital art’. Il regolamento del Premio, organizzato in collaborazione con la Città metropolitana di Milano e con il patrocinio del Comune di Vimodrone, prevede che gli artisti, tutti under40, interpretino i valori di Ricoh, riassumibili nella formula: “Lo sforzo verso l’innovazione, che semplifica la vita e il lavoro, salvaguardando nel contempo l’ambiente e in generale i principi della responsabilità sociale d’impresa”. Quest’anno ai giovani autori è stato chiesto di tenere conto anche del tema portante di Expo 2015, ‘Nutrire il pianeta, energia per la vita’. Tre dei quattro vincitori, Sung-An, Met-Hasani e Cecatiello hanno studiato a Brera, mentre Mori viene dall’Accademia di Belle Arti di Firenze. Le loro opere vanno da arricchire la ‘Collezione d’arte Ricoh Italia’, composta dalle opere vincitrici nelle varie edizioni e acquistate dalla società. Una collezione che quest’anno giunge a 20 tra dipinti, sculture e fotografie. La giuria del Premio, presieduta dal professor Giacinto Di Pietrantonio, era composta quest’anno da: Davide Oriani, ceo di Ricoh Italia, Mirko Bianchi, past president di Ricoh Italia; Diego Visconti, presidente Fondazione Italiana Accenture, Roberto Snaidero, presidente FederlegnoArredo. Rino Moffa, editore, amministratore unico di Tvn, Novo Umberto Maerna, vicepresidente e assessore alla cultura della Provincia di Milano, Lorenzo Marini, art director e artista e Vincenzo Gornati, del Comune di Vimodrone.