E’ Gmail la posta del ‘cuore’ per gli Italiani

26 marzo 2015

Ogni giorno nel nostro Paese spedite quasi un miliardo di email. Si consultano anche alla toilette 

L’email è ormai parte integrante della vita degli italiani, milioni di persone non possono più farne a meno nella gestione della vita quotidiana privata e professionale ed è sempre in aumento il numero delle aziende che scelgono l’email marketing come canale di comunicazione verso la propria audience.

Questo scenario è confermato dall’Email Marketing Experience Report 2015, ricerca svolta da MagNews, azienda italiana specializzata in Email e Digital Marketing, con lo scopo di indagare il rapporto tra gli italiani, la posta elettronica e i sistemi di messaggistica offerti dai social network. La ricerca è stata condotta su un campione formato da individui di almeno 15 anni di età, utenti internet abituali da ogni luogo e con ogni device. Il campione si compone di 1.001 casi e rappresenta una collettività di 30,5 milioni di individui. Ogni giorno nel nostro Paese vengono spedite circa 940 milioni di email.

Secondo una stima della ricerca ogni italiano riceve, in media, più di 30 email al giorno. Un traffico di messaggi che viene gestito mediamente con più di 2 caselle di posta a testa (2,4 caselle di posta a persona), alcune delle quali vengono utilizzate solo sporadicamente tanto che il 20% delle caselle email risulta essere dormiente e quindi non in uso. I giovani adulti (25 – 34 anni), alzano la media con quasi tre indirizzi email attivi (una media di 2,8 indirizzi per individuo). Gli uomini hanno più caselle di posta elettronica delle donne (rispettivamente 2,7 e 2,2 caselle pro capite).

Perché si usano diverse caselle di posta elettronica? Il 60% degli intervistati ha dichiarato di dedicare mail diverse a funzioni differenti. La distinzione più tipica è tra email di lavoro sulla casella aziendale ed email personali su una casella privata. Altrettanto frequente è l’apertura sia di caselle di posta elettronica per utilizzi saltuari, sia la creazione di indirizzi ad hoc con nomi di fantasia per proteggere l’anonimato. La casella di posta preferita anche dagli italiani è Gmail, scelta ormai dal 53% degli utenti, in altre parole da 16 milioni di individui, coincidenti per lo più con gli utilizzatori assidui di smartphone. Seguono Microsoft (MSN, Hotmail, Live) con 12 milioni di caselle attive e ItaliaOnline (Libero, Wind, IOL) con 11 milioni di caselle attive.

I tre leader di mercato (Google, Microsoft e Italia Online) possiedono oltre 60% del totale delle caselle censite. Le email vengono consultate nei più svariati momenti del giorno e durante le più disparate azioni quotidiane: il 55,3% degli utenti consulta la posta quando accende il pc per svago e interessi personali; il 36,8% lo fa quando è al lavoro tramite pc, il 21% preferisce farlo comodamente dal divano oppure dal letto prima di dormire e la mattina appena svegli (16%). C’è chi non rinuncia alla lettura della posta nemmeno in viaggio (7%), in coda (5%) e persino alla toilette (4,7%).