DesignMag, nuovo look per il sito di riferimento del design e dell’architettura italiana

24 marzo 2015

Da ieri  DesignMag (designmag.it) ha cambiato look e si è rinnovato con una grafica innovativa, più chiara e lineare per dare ampio spazio alle immagini, con ricche fotogallery esplicative, e sempre più contenuti , con news, approfondimenti e nuove rubriche, che fanno del sito edito da Trilud, uno strategico punto di riferimento per il design e l’architettura italiani.

“Con il nuovo DesignMag – afferma Silvia Ballante, direttore editoriale di Trilud, la società di proprietà di tg|adv – intendiamo proseguire sulla strada della ‘democratizzazione’ del concetto di design: un sito capace di parlare a tutti e non solo agli addetti ai lavori, rendendo comprensibile il concetto di design: affianchiamo oggetti fai da te o, ancora, con la rubrica ‘Design Mah’, usiamo l’ironia per presentare oggetti bellissimi, ma dal difficile utilizzo, mentre con la rubrica ‘Il design che non ti aspetti’, mostriamo che il design non è qualcosa di astruso e lontano, ma è oggi presente in ogni casa”.

Tra le nuove rubriche anche: ‘L’oggetto del giorno’, dove viene proposto quotidianamente un oggetto di design fra prodotti di creativi emergenti e di personaggi affermati o di tendenza; ‘Design mah’, rubrica dal taglio ironico dedicata a oggetti totalmente inutili, curiosi o dal dubbio gusto; ‘Diy – Do It Yourself’, con consigli giornalieri di idee fai da te e consigli pratici su come arredare e decorare con uno stile personale; ‘Fashion & Design’, per mettere in rilievo le tendenze di design associate alla moda, connubio ormai sempre più stretto; ‘La casa di design VIP’, box settimanale in home page sulle case delle celebrity che si distinguono per le loro scelte stilistiche.

Il portale registra al mese in media 677.000 browser unici e 12.200.000 pagine viste (Fonte: Google Analytics, febbraio 2015); il target vede una leggera prevalenza di quello maschile (51%) con un’età compresa fra i 35-49 anni (50%); a seguire, chi ha più di 50 anni (36%) e la fascia più giovane, 25-34 anni (13%), con un target utenti dal buon livello di istruzione.