LuxHub focus: i Global Retail Trends nel Lusso

16 marzo 2015

 

L’osservatorio globale di LuxHub su Research & Insights lancia il suo primo report sui global retail trends nel lusso. Questo tipo di ricerche saranno aggiornate annualmente. Di seguito alcuni punti che riassumono i take out emersi. LuxHub condurrà inoltre una serie di workshop sul tema nei mercati chiave in tutto il mondo. Nei prossimi 3-5 anni, la continua evoluzione dello scenario del retail del lusso sarà guidata da una serie di trend che mirano sempre di più a soddisfare i bisogni del consumatore allo scopo di alimentare la spesa media e di attirare nuovi clienti. Cavalcare questa evoluzione significa: far evolvere alcuni touch points, puntare sulla personalizzazione degli acquisti online, esplorare nuovi mercati, sfruttare il boom del business dell’abbigliamento maschile, ed infine, sfruttare a proprio vantaggio il cambiamento degli strumenti media.

Il Retail per soddisfare i bisogni dei clienti del lusso, evolverà su tre differenti assi. Il canale digitale servirà sempre di più a guidare la ricerca ed il riassortimento dei prodotti preferiti. I negozi fisici cercheranno progressivamente di offrire ai propri clienti offerte sempre più personalizzate e che ottimizzino il loro tempo come gli express counters, i “top 10 product” style kiosks e i personal shoppers. Infine, l’intrattenimento sarà l’elemento chiave per migliorare l’esperienza: lifestyle e teatro sul punto vendita e contenuti speciali sul digitale.

La continua situazione instabile dell’Europa ed i rallentamenti in Russia e in Cina fanno sì che nuove aree geografiche, come l’Africa, stiano rapidamente diventando un’ interessante alternativa. Mentre brand del lusso come Zegna , MAC e Hugo Boss hanno recentemente aperto negozi a Lagos in Nigeria, deputato ad essere il nuovo “luxury hotspot”, i venditori online stanno esportando prodotti in Africa e stanno cominciando a investire in strategie di marketing in questa regione.

In particolar modo in Europa, i brand del lusso stanno contando sempre di più sui turisti internazionali per incrementare le vendite, in primis viaggiatori Cinesi, Russi, Arabi, Americani e ora anche dall’Africa. Indicativamente i turisti rappresentano per le vendite del lusso il 60% in UK, il 55% in Francia e il 50% in Italia.

In passato i brand del lusso coprivano con i loro prodotti un’ampia fascia di prezzo, spesso generando confusione sul posizionamento del brand e minacciando un posizionamento elevato. Ora il mercato sta forzando i brand a prendere una posizione tra accessibilità e ultra-lusso.

Per quanto riguarda i media, le riviste, i quotidiani e la TV diventeranno la nuova vetrina digitale reinventandosi per permettere ai consumatori di comprare i loro prodotti preferiti immediatamente dalle pagine editoriali.

Il mercato dell’abbigliamento uomo è estremamente fertile, in crescita del 150% rispetto a quello femminile. Mentre gli uomini over 35 dominano in termini di spesa media, i Millennial sono i veri propulsori del retail grazie al loro senso estetico moderno e la loro conoscenza del mondo digitale. Per questo molti brand di abbigliamento femminile stanno lanciando o rinnovando la propria offerta di abbigliamento per l’uomo.

Anche sulle piattaforme digitali, per fare sentire speciale i clienti, i brand hanno bisogno di essere vissuti in maniera più personale. La rapida crescita di Instagram, live streaming, e i “dietro le quinte” lasceranno ai consumatori la sensazione di avere già sperimentato tutto. I brand vengono ora sfidati a creare esperienze davvero personali, fresche e rilevanti.

I brand del lusso diventeranno progressivamente dei canali media, creando un contenuto ben più ricco degli attuali blog, video e riviste. I retailer offriranno anche a pagamento, molteplici canali con contenuti di alta qualità ed interessanti, e soprattutto costantemente aggiornati.

Isabelle Harvie-Watt (nella foto), Global ceo LuxHub dichiara: “Quali sono le implicazioni dal punto di vista della comunicazione? È chiaro che i brand del lusso avranno bisogno di promuovere una comunicazione indirizzata ad ogni singolo cliente e di creare eventi esperienziali per portare i consumatori sul punto vendita, da una parte focalizzandosi sulla tecnologia e i device mobile per i turisti che acquistano all’estero, e dall’altra monitorando l’influenza della generazione dei Millenial. I brand del lusso che accettano la sfida data dall’apertura del mondo digitale – continua Harvie-Watt – dovranno focalizzarsi sulla creazione di interazioni e contenuti personalizzati per trasmettere un senso di esclusività. Infine, nonostante la spesa per l’abbigliamento maschile sia in crescita, è importante sapere che gli uomini preferiscono ancora essere raggiunti in contesti non-fashion come news, lifestyle e ambienti professionali.”

Tammy Smulders, Global Executive Director e Head of Research & Insights LuxHub commenta: “Questi  trend ci mostrano l’incredibile varietà delle nuove opportunità per i brand del lusso di ampliare la loro rilevanza verso nuovi consumatori, oltre a rafforzare la loro relazione con i clienti fidelizzati. Dal raggiungimento dei consumatori emergenti alla creazione di un mercato dove personalizzare le strategie di contenuto, le implicazioni permetteranno ai brand di sviluppare nuove strategiche e tattiche iniziative per aumentare le vendite.”