Nuova struttura per ClassPi con tre vice direzioni generali. Chiusura 2014 in linea

25 febbraio 2015

Angelo Sajeva

Class Editori, nel 2015 un portafoglio mezzi rinnovato e integrato. La concessionaria studia progetti ad hoc per Expo Milano


Integrazione, verticalità, centralità e sviluppo dei clienti sono i principi guida intorno ai quali è stata realizzata la nuova struttura organizzativa di Class Pubblicità, la concessionaria di Class Editori, con l’obiettivo di rispondere all’evoluzione di un mercato che tende alla moltiplicazione dei media e che, finalmente, lascia intravedere dei segnali di miglioramento nell’anno appena iniziato.

Indicazioni che ClassPi ha già fatto sue ottenendo, nella seconda metà del 2014, un’accelerazione che le ha permesso di chiudere l’anno in linea con il 2013 e con una performance migliore rispetto a quella registrata dal settore della pubblicità nel suo complesso.

“In risposta a un mercato estremamente ricco di stimoli e di opportunità, e comunque molto complesso, abbiamo reso più semplice e più diretta la nostra rete commerciale – dichiara Angelo Sajeva (nella foto), presidente di Class Pubblicità e consigliere per le Strategie e lo Sviluppo di Class Editori -. La nuova struttura si articola intorno a tre vice direzioni generali e alle aree che le completano. Sviluppo Nuovi Clienti ed Eventi Speciali, gestita da Francesco Rossi, Stampa e Web Business & Luxury, da Stefano Maggini, Tv e Out of Home Consumer, da Giovanni Russo, con la Direzione Centri Media guidata da Diego Olivelli, l’area Multimedia Creative Solutions condotta da Paolo Testa e il Marketing Strategico e Operativo, gestito da Marcella Bergamini. L’organizzazione è inoltre arricchita dall’ingresso di Paolo Casalini, che coordinerà il Centro Sud per tutta l’offerta di Class Pubblicità”.

Class Editori si presenta nel 2015 con un portafoglio di periodici completamente rinnovato: Ladies, Gentleman, Class, Capital e Case&Country sono stati protagonisti di una evoluzione che ne ha coinvolto il posizionamento, i contenuti e la grafica. La scelta di puntare al rialzo, anche se in un contesto di difficoltà, ha pagato, consentendo alla concessionaria di concludere il 2014 con una performance migliore rispetto all’andamento del settore della pubblicità considerato nel suo complesso.

“La nuova organizzazione permette alla rete di Class Pubblicità di esprimere al meglio l’attività di consulenza globale nei confronti del cliente, consentendo ai brand di evitare dispersioni sugli investimenti. Abbiamo quindi una struttura che è sia più semplice per i clienti sia più ricca in termini di relazioni interne e di contributi al progetto commerciale, anche in vista delle importanti opportunità che offre il 2015 – aggiunge Sajeva -. Mi riferisco a Expo Milano 2015, cui abbiamo dedicato diversi progetti speciali che coinvolgono tutti i nostri media. Puntiamo molto sulla creazione di nuovi eventi che abbiamo come focus i visitatori internazionali di Expo, e sull’ooh Tv, che si rivelerà un mezzo più strategico di altri, visto che la tv della metropolitana e la tv degli autobus saranno gli unici media in grado di raggiungere anche negli spostamenti l’enorme pubblico che visiterà l’Esposizione Universale”.

Altra opportunità per ClassPi è la partnership con Sky per il canale 27 del digitale terrestre dove da qualche giorno è in onda SkyTg24. L’accordo prevede una partnership commerciale tra le due concessionarie, Sky Pubblicità e Class Pubblicità, che riguarderà lo sviluppo del portafoglio clienti specializzati nel settore finanza, banca e assicurazioni. Con riferimento a tali settori, e con modalità differenti a seconda della tipologia di cliente, Class Pubblicità ha la concessione per la vendita degli spazi pubblicitari on air a partire dall’1 marzo 2015.