Bit2015, una porta spalancata verso Expo

4 febbraio 2015

Milano ‘brand’ locomotiva in grado di dare nuovo impulso ai flussi turistici verso il nostro Paese

Circa 2.000 espositori da 100 Paesi e rappresentanti di tutte le Regioni italiane, un incremento del 50% dei buyer rispetto all’ultima edizione. Sono i numeri della ‘vigilia’ per la Bit2015, appuntamento dedicato al business del turismo, in fieramilano a Rho da giovedì 12 a sabato 14 febbraio. I primi risultati dell’evento sono stati anticipati ieri a Milano nel corso di una conferenza stampa presso l’Arena Civica. “I numeri di quest’anno ci confortano perché dopo otto anni di segni negativi si torna a crescere – ha dichiarato Enrico Pazzali, ad di Fiera Milano -. La formula all-in-one, organizzata per tipologie di offerta, ha riscosso il gradimento degli operatori. Il 2015 sarà per noi un anno straordinario, segnato dall’Expo, e la Bit vuole rappresentare la porta d’accesso di questo grande evento”. La manifestazione quest’anno sarà organizzata in cinque aree principali: Leisure World, MICE World, Luxury World, Digital-Technology e Destination Sport. Ieri a tenere a battesimo la nuova ‘formula’ della Bit due personalità politiche: Franco D’Alfonso, Assessore del Comune di Milano al Commercio, Attività produttive, Turismo, Marketing territoriale, Servizi Civici, e Mauro Parolini, Assessore al Commercio, Turismo e Terziario della Regione Lombardia. Entrambi i rappresentanti delle istituzioni si sono trovati concordi nel riconoscere a Milano un ruolo di ‘brand’ locomotiva in grado di dare nuovo impulso ai flussi turistici verso il nostro Paese, anche dopo Expo 2015.

“La sfida è aumentare l’attrattività – ha ribadito Enrico Pazzali -. Come Fiera Milano organizzeremo quest’anno oltre 70 fiere, molte saranno delle novità per la città. Le nostre attività riversano sul territorio oltre 4 miliardi di euro. Abbiamo portato a Milano oltre mezzo milione di uomini d’affari. Fiera Milano deve essere percepita non come un fine, ma come uno strumento, una leva del marketing territoriale”. Una delle novità della Bit sarà il 1° Congresso Internazionale del Turismo, il BitCongress2015, che si terrà venerdì 13 febbraio. “Per gli addetti ai lavori e per chiunque si interessi alla dimensione macro-economica del comparto, il Congresso sarà un’opportunità imperdibile per conoscere tendenze e dati preziosi per sviluppare efficaci strategie di business”, ha spiegato Cristina Tasselli, exhibition manager di Bit. E ha continuato: “Internazionalità, rappresentatività e innovazione saranno i key drivers di questa edizione della manifestazione. Alla Bit quest’anno attendiamo 70 mila visitatori”. L’evento mantiene la sua doppia anima btob e btoc. “Per questo – ha proseguito Tasselli – per promuoverlo ci siamo mossi in due direzioni. Da un lato ci siamo rivolti al mondo business con attività below the line e web, con database profilati, realizzando un blog dedicato agli espositori e un sito internet interattivo (ridisegnato da Inventa CPM). Da un punto di vista della comunicazione consumer abbiamo goduto del supporto di un patner come Decathlon, la nostra campagna è andata on air nei loro punti vendita. Abbiamo poi pianificato in affissione e dinamica”.

Andrea Crocioni