Unilever affida a Phd le attività di Search

30 gennaio 2015

L’incarico sarà gestito dalla business unit Resolution Media

La multinazionale anglo-olandese proprietaria di molti tra i marchi più diffusi nel campo dell’alimentazione, bevande, prodotti per l’igiene e per la casa ha scelto Phd come partner per le attività di Search a livello globale. In particolare l’incarico sarà gestito dalla business unit Resolution Media. In estate Unilever aveva avviato un processo per ridefinire il proprio roster di agenzie digitali a livello internazionale. La revisione aveva come obiettivo ripensare le attività attività di marketing digitale: creatività, marketing online, mobile, social media e dati/analytics. Alla perlustrazione oltre alle agenzie partner di Unilever si erano aggiunte nuove candidate. Nel frattempo Unilever ha ufficializzato l’avvio della gara media globale che come riportato in una nota “il processo di revisione fa parte di una procedura che avviene ogni tre anni”. Infatti l’ultima gara riguardante il media risale al 2012. Le agenzie partner per la strategia di media planning e buying sono Mindshare per Nord America, parte dell’Africa e dell’Europa; Initiative in America Latina, Europa e Russia; e Phd per i mercati dell’Asia e dell’Europa Centrale. Tutte le sigle sono state invitate a partecipare al pitch. Nel 2014 il Gruppo ha investito nella comunicazione globale ben 8,3 miliardi di dollari. Il budget digital è aumentato del 20% nel 2014 e ad oggi pesa circa il 20% del media spending globale. Jean-Marc Huet, Chief Financial Officer Jean-Marc Huet a gennaio aveva dichiarato che Unilever ha incrementato lo spending media globale, ma ha ridotto i costi legati alle agenzie e alle produzioni, scesi quest’anno a una quota del 20% sul totale.