Brand Portal chiama a raccolta il ‘popolo’ di AIRC

30 gennaio 2015

4,5 milioni di soci sostenitori, 5 mila ricercatori e 20 mila volontari: sono l’esercito di AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro in questi giorni on air con una campagna a sostegno dell’iniziativa  ‘Le Arance della Salute’ che si svolgerà il 31 gennaio 2015 in 1750 piazze e 563 scuole di tutta Italia. “L’obiettivo non è farci pubblicità, ma sensibilizzare il più ampio pubblico possibile con tutti gli strumenti che la comunicazione ci offre”: lo ha sottolineato, in occasione della conferenza di presentazione della campagna che si è tenuta ieri a Milano, Andrea Rivoli, direttore marketing dell’organizzazione non profit che proprio quest’anno celebra il suo 50° anniversario. Una realtà che negli ultimi anni si è attestata sempre ai vertici nella ‘raccolta’ del 5×1000 e che solo nel 2014, insieme a FIRC (Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), ha destinato alla ricerca 97 milioni di euro. Anche quest’anno è Brand Portal ad affiancare AIRC nella raccolta fondi.

L’agenzia ha inaugurato un percorso di comunicazione che sposta l’attenzione del pubblico dalla cura della malattia, dando centralità ai tanti volti che incarnano l’associazione: ricercatori, donatori, volontari e persone che grazie alla ricerca sono guarite. “Questo nuovo format – ha spiegato il fondatore di Brand Portal, Paolo Torchetti – ha  fatto il suo esordio in novembre in occasione de ‘I giorni della Ricerca’. La campagna è stata preceduta da un’indagine curata da Alias e Ipsos che ci ha consentito di analizzare comportamenti e tendenze dei donatori”. La comunicazione ruota intorno al claim ‘Contro il cancro, io ci sono’. “Coralità, grande partecipazione e semplicità rappresentano il tratto distintivo di questa campagna”, ha detto Rivoli. Lo spot tv, della durata di 30 secondi, è stato ideato e realizzato sia nella versione istituzionale sia in declinazioni per lanciare i principali eventi di piazza come ‘Le Arance della Salute’ e ‘L’Azalea della Ricerca’. Protagonisti sono volontari, sostenitori, donatori, gente comune e, naturalmente, i ricercatori. Nel film il microscopio simbolo di Airc diventa un ‘testimone’ che passa di mano in mano, trasformandosi in un vero e proprio totem.

La pianificazione prevede anche spot radio della durata di 30 secondi, in onda sulle emittenti nazionali e locali. Per quanto riguarda la campagna stampa (su Corriere della Sera, Repubblica e quotidiani locali), i protagonisti sono persone reali che, ogni giorno, danno vita e alimentano la ricerca in Italia. Per la pagina Facebook di AIRC e il minisito dedicato a ‘Le Arance della Salute’, Brand Portal ha realizzato anche un’applicazione per dare la possibilità a tutti di testimoniare la propria partecipazione al fianco dell’Associazione. Gli utenti, caricando la propria foto sul sito, diventeranno parte di un grande mosaico insieme a tutti gli altri sostenitori AIRC e riceveranno la propria foto rielaborata da poter condividere sui propri profili social. Al progetto, realizzato sotto la direzione creativa di Maurilio Brini e Paolo Guaitani, hanno lavorato l’art Rita Mele e i copy Paolo Chiesa e Federico Cavalli. Lo spot è prodotto da Filmgood per la regia di Marcello Lucini. La produzione radio è di Top Digital.

Andrea Crocioni