Nuovo formato per Il Secolo XIX in edicola da domenica

30 gennaio 2015

A partire da domenica prossima Il Secolo XIX si presenterà ai lettori con una veste nuova e contenuti ancora più ricchi. Il rinnovamento del quotidiano si concretizza attraverso l’adozione del formato Berliner a 6 colonne, più compatto dell’attuale e più facile da sfogliare e l’elemento della foliazione che passa da 40 a 48 pagine. Ogni giorno i lettori del quotidiano diretto da Alessandro Cassinis (e di cui è coordinatore editoriale Mario Calabresi, dopo l’unione tra La Stampa e Il Secolo XIX che ha portato alla nascita di Italiana Editrice) potranno usufruire di 3 pagine in più di economia, di cui 2 dedicate al settore, fondamentale per Genova, marittimo e portuale e allo shipping. Ulteriori 3 pagine saranno dedicate alla cronaca, nazionale ed internazionale, con un significativo incremento di analisi, inchieste e reportage.

A conferma del radicamento e dell’interesse per il proprio territorio che da sempre caratterizza Il Secolo XIX, la cronaca locale verrà ulteriormente approfondita grazie alle 2 pagine in più che le saranno quotidianamente riservate. L’attenzione e l’orgoglio per la cultura e le tradizioni del genovese si tradurranno anche nella nascita di un nuovo supplemento, ‘A Domenega’ che sarà in edicola con il quotidiano ogni domenica a partire dall’8 febbraio in allegato alle edizioni di Genova, Savona e Chiavari. Con la caratteristica di essere scritto interamente in genovese, il supplemento si pone l’obiettivo di valorizzare gli elementi e la cultura di quella che, per molti versi, è considerata non un dialetto ma una vera e propria lingua.

Il Secolo XIX continuerà inoltre a produrre i supplementi settimanali che tanto successo hanno dimostrato di ottenere presso il pubblico del quotidiano. Tra questi ‘Il cuore di Genova’ in uscita ogni martedì e dedicato al mondo del volontariato e ‘Ci pensa il Secolo’ che ogni mercoledì si occupa di casi riguardanti il territorio, segnalati dai lettori stessi, che il quotidiano segue e approfondisce nell’interesse degli abitanti del proprio territorio. ‘Genova Semanal’ il supplemento del giovedì, interamente scritto in spagnolo e rivolto alla numerosa comunità latino-americana che risiede nell’area genovese è diventato, per la sua completezza e capacità di innovazione, oggetto di una case history all’Università di Genova. Sempre il giovedì ‘Sotto casa’ è ormai un appuntamento irrinunciabile per i lettori di tutta la Liguria: le sue 8 pagine, diverse per ciascuna edizione, si occupano di tutto ciò che avviene nelle micro aree della regione, dai quartieri delle città più grandi ai territori delle più piccole e risultano essere tra le più apprezzate, non solo dai lettori ma anche dagli inserzionisti pubblicitari.

Proprio in relazione all’attività di raccolta pubblicitaria, c’è da registrare il passaggio della raccolta nazionale alla concessionaria Rcs Pubblicità che è subentrata a Manzoni da gennaio 2015. La raccolta locale e digital resta al momento affidata a Publirama. Il rinnovamento della testata sarà supportato da una campagna pubblicitaria ideata da Meloria Comunicazione di Genova che sarà programmata sui mezzi del Gruppo (quotidiano cartaceo, sito web e Radio19) e con affissioni di diverso formato.