Venti candidature per il Digital Business Game 2015 di Mercedes

29 gennaio 2015

Cesare Salvini

Tanto rumore per nulla. Se dovessimo dare un titolo alla vicenda del Digital Business Game 2015 di Mercedes forse questo sarebbe quello più corretto. Intorno alla gara ‘formato talent’ della casa automobilistica, lo scorso dicembre, si era sollevato un vero e proprio polverone. In campo per difendere la dignità professionale dei pubblicitari erano scesi il presidente dell’Adci Massimo Guastini e, seppur con toni più moderati, il vicepresidente di Assocom Emanuele Nenna. Eppure questo moto d’orgoglio non pare aver sortito nessun effetto concreto, nonostante i proclami di molti pubblicitari sulle bacheche Facebook. Il ‘game’ di Mercedes-Benz, infatti, secondo quanto ha dichiarato l’azienda, si sta rivelando un successo.

“Entro i termini previsti – ha raccontato a Today Pubblicità Italia Cesare Salvini (nella foto), Direttore Marketing Mercedes-Benz Italia – abbiamo ricevuto ben venti candidature, di cui molte da parte di agenzie con cui non eravamo mai entrati in contatto. Questo era uno degli obiettivi del Digital Business Game: conoscere nuove realtà in grado di raccogliere la nostra sfida, offrendo un valore strategico aggiunto alla nostra comunicazione digital. La forte adesione raccolta conferma la validità di un progetto che, grazie anche al vostro supporto, è stato pienamente compreso ed apprezzato in tutti i suoi aspetti”. Si tratta di numeri importanti, visto che secondo quanto dichiarato dall’azienda tutte le agenzie candidate  risultano in possesso dei requisiti richiesti. E si tratta di requisiti non banali visto che nel bando di gara le sigle partecipanti dovevano avere minimo 30 dipendenti/collaboratori in Italia al momento della candidatura e un fatturato 2013 superiore ai 3 milioni di euro.

“Ora – ha proseguito Salvini – entriamo nella fase di selezione in cui sceglieremo un massimo di sei soggetti. Le agenzia selezionate riceveranno il brief per l’elaborazione del documento strategico e la formulazione dell’offerta economica e, successivamente, due documenti strategici per le prove pratiche, che consistono nell’elaborazione di due campagne digital con obiettivi, premesse e condizioni di realizzazione molto specifiche. Infine, entro il 31 marzo, comunicheremo il nome dell’agenzia o delle agenzie vincitrici”.

Andrea Crocioni