The Big Now: l’integrazione ‘paga’. Fatturato 2014 a +20%

28 gennaio 2015

Ieri l’inaugurazione della nuova sede. L’agenzia lancia The Rib, la unit interna dedicata a lusso e moda

“Questa nuova sede ci racconta e ci identifica”: con queste parole Emanuele Nenna ha presentato ieri  i nuovi uffici di The Big Now, struttura nata lo scorso settembre dalla fusione di Now Available e Dodicitrenta. “Anche se ormai lavoriamo insieme da diversi mesi – ha spiegato il ceo – da un punto di vista simbolico è questo il momento di lancio della nuova agenzia”. I locali di  via Giovanni Masera a Milano, proprio nella serata di ieri, hanno accolto amici e clienti. La festa di inagurazione è stata organizzata come un ‘potpourri  di talenti’. Fra gli ospiti lo scrittore Gianrico Carofiglio, fotografi e musicisti. Contenuti speciali e installazioni interattive hanno animato l’evento, caratterizzato anche da un catering ‘creativo’.

“Quello della nuova sede è uno spazio fisico che aiuta a mettere in pratica le nostre visioni e rappresenta un punto di partenza per tutti – ha ribadito il manager -. Rispecchia il nostro posizionamento, le nostre ambizioni e i nuovi servizi che l’agenzia è in grado di erogare. L’inspiration, uno dei nostri pilastri, ha bisogno di spazi e il layout dell’ufficio favorisce un confronto continuo. La missione prevalente della nuova sede deve essere la contaminazione, lo scambio, abbiamo voluto abbattere i muri. Abbiamo diverse sale riunioni, ma anche aree di incontro più informali, addirittura una cantina dei vini e uno studio fotografico che ci consente di lavorare in velocità”.

Intanto l’agenzia viene già da un 2014 positivo, come ci ha confermato lo stesso Nenna: “L’anno che si è appena chiuso è andato bene sia in termini di fatturato, con un +20% rispetto alla somma dei fatturati delle due agenzie nel 2013, sia per quanto riguarda gli utili”. L’obiettivo del 2015 è fare il salto di qualità. “Stiamo lavorando su diversi fronti – sottolinea il ceo -. Fra le aree che stiamo sviluppando ci sono sicuramente il content, il retail e l’e-commerce. Le ultime due sono strettamente legate e in generale posso dire che vogliamo implementare quel complesso di servizi che potrei raccogliere sotto la definizione di ‘tecnologia per vendere’. Un altro segmento importante per noi è quello del fashion e del lusso sul quale abbiamo iniziato a operare con The Rib, una nuova unit interna dedicata”.

Andrea Crocioni