Axa si affida ad Havas Media e raddoppia il budget adv

28 gennaio 2015

“Crediamo nella potenzialità del nostro brand e nella possibilità di differenziarci con un posizionamento che coincide con la protezione. Il Gruppo Axa è uno dei principali gruppi assicurativi nel mondo il brand numero uno nel settore. Pensiamo fortemente che la nostra comunicazione debba riflettere il concetto di protezione, vogliamo essere vicini ai nostri clienti e ci muoviamo attorno ai 3 asset: prevenire, sostenere e accompagnare. La nostra campagna on air si chiama appunto ‘Nati per proteggere’ – con queste parole Enrico Cavallari, Chief Marketing Officer di AXA Assicurazioni ha raccontato a Today Pubblicità Italia il nuovo soggetto della comunicazione del Gruppo di assicurazioni.

“Nel 2015 pensiamo di raddoppiare il budget in comunicazione. Nel 2014 abbiamo raggiunto il record di top of mind proprio in corrispondenza della messa on air della campagna. Siamo in un mercato molto competitivo ma che continua a crescere” – ha dichiarato il manager. On air dal 19 gennaio il nuovo flight si rivolge a un target business, raccontando la vocazione dell’azienda alla casino online protezione anche delle piccole e medie aziende. “Il protagonista è un nostro cliente – ha continuato Cavallari – che grazie al sostegno di Axa mantiene e garantisce la continuità del business della sua azienda e la conservazione dei posti di lavoro. La campagna è collegata a un servizio per un sinistro specifico, ma sottolinea l’impegno del brand Axa nell’ambito della piccola media impresa”.

La campagna, on air in tv e sui vari mezzi si svilupperà lungo tutto il corso dell’anno e non mancheranno novità di prodotto e in comunicazione intorno al secondo trimestre 2015. La creatività è a firma Publicis (leggi notizia http://www.pubblicitaitalia.it/2014052726563/marketing/axa-si-affida-a-publicis-anche-in-italia), mentre la pianificazione media è gestita da quest’anno da Havas Media, già partner a livello globale. La centrale guidata in Italia da Stefano Spadini è subentrata in Italia all’uscente Media Club.

“Cominceremo a lavorare intensamente sulla pianificazione – ha continuato Cavallari – confermiamo gli spazi su Sky e La7 e anche su altre reti. Saremo inoltre presenti tutto l’anno sul web con video e display. Lavoreremo anche sulla nostra piattaforma proprietaria. Del budget in comunicazione infatti circa il 60% è destinato alla televisione e il 40% al web, crediamo molto nella forza del mezzo e nella capacità di ingaggio di internet”.

Serena Poerio