Campari avvia gara globale per la creatività del Calendario 2016

20 gennaio 2015

Il Gruppo alla ricerca del prossimo partner

Il Gruppo Campari ha aperto una gara per la creatività a livello internazionale per il Calendario del 2016 e non per le attività di above the line legate al Calendario 2015 con protagonista Eva Green, come riportato dalla stampa estera. Il pitch partito in questi giorni è gestito dalla sede italiana che esaminerà le proposte delle agenzie per il nuovo Calendario 2016. “Come ogni anno è stata avviata una gara per la creatività del solo Calendario Campari e non è previsto lo sviluppo di nessuna campagna ATL a supporto” ha sottolineato a Today Pubblicità Italia da Chiara Latella, Global Brand PR Manager Aperitifs,Wines & Cordials, che coordina anche la creatività del Calendario Campari. Lo scorso anno Campari ha scelto come sua testimonial la splendida Eva Green per il ricercatissimo Calendario, stampato in sole 9.999 copie, non in vendita, ma distribuito agli amici di Campari in tutto il mondo. Intitolato ‘Mythology Mixology’, il Calendario 2015 è stato dedicato alla celebrazione della storia di Campari e delle vicende legate a dodici dei cocktail più amati di sempre. Ciascun mese è infatti incentrato su un cocktail classico, di cui saranno svelati aneddoti, curiosità e retroscena. Il tema ‘Mythology Mixology’ è stato sviluppato dall’agenzia pubblicitaria Leo Burnett di Milano, mentre l’attivazione sociale per il lancio del calendario di quest’anno è curata dall’ufficio di Milano della conversation agency We Are Social. Gruppo Campari, uno dei maggiori  player a livello globale nel  settore del  beverage, è’ presente in  oltre 190 Paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il  sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50  marchi e si estende dal  core business degli  spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, Cinzano, SKYY e Wild Turkey.

                                                                                                                                                                Fiorella Cipolletta