Il Salone del Risparmio è sempre più social

15 gennaio 2015

Jean-Luc Gatti, direttore comunicazione di Assogestioni e responsabile del Salone, anticipa le novità dell’edizione 2015. La campagna on air su stampa quotidiana, radio, tv della metropolitana e web. Un’indagine di Blogmeter analizzerà la presenza del settore sui social network

Gli italiani sono un popolo di risparmiatori. Nel 2014 l’industria del risparmio gestito ha registrato una raccolta record di oltre 100 miliardi di euro, con un patrimonio di 1.564 miliardi di euro pari quasi al valore del Pil nazionale. Tra poco più di due mesi a Milano si accenderanno i riflettori sul settore grazie alla sesta edizione del Salone del Risparmio, evento organizzato da Assogestioni e in programma dal 25 al 27 marzo all’Università Bocconi. Secondo un format consolidato, i primi due giorni saranno rivolti agli operatori mentre il terzo giorno si apriranno le porte del convegno al pubblico. Per la prima giornata è stato invitato come ospite il ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, ma la sua presenza non è ancora confermata. Tra le novità di quest’anno, un calendario di attività ad hoc per gli studenti che saranno invitati, tra l’altro, a partecipare al concorso fotografico ‘Scatta il Risparmio’.

“Il risparmio gestito è la parte ‘pop’ della finanza e per comunicarlo abbiamo cercato di adottare un linguaggio semplice, popolare, sintetico, utilizzando in maniera diversa tutti i mezzi di comunicazione: newsletter, web, social network, media relation, ma anche annunci su stampa, radio e tv”, spiega a Today Pubblicità Italia Jean-Luc Gatti, direttore comunicazione di Assogestioni e responsabile del Salone del Risparmio. “Per la prima volta, quest’anno, abbiamo inoltre chiesto a Blogmeter di analizzare l’utilizzo dei social network nel mondo del risparmio gestito. Non solo da parte delle aziende, ma anche da parte del pubblico: come si affronta il risparmio sui social? Chi ne parla, come se ne parla, quanto se ne parla? I risultati della ricerca saranno presentati durante l’ultima giornata del Salone”.

Con un budget stabile rispetto allo scorso anno, che vale all’incirca un terzo della spesa complessiva destinata all’organizzazione dell’evento, il piano media del Salone del Risparmio prevede l’on air da inizio febbraio con creatività interna. L’attività digital sarà la prima a partire e coinvolgerà oltre ai principali quotidiani e siti finanziari anche You Tube e Yahoo, seguiranno la stampa quotidiana (da Corriere della Sera a Milano Finanza) e spot da 15” in radio e sulla tv della metropolitana milanese. Partner per le media relation e le attività social è l’agenzia Eos Comunica. Sinergie si occupa della parte di logistica e di segreteria organizzativa. Tra i media partner Class Cnbc e Radio 24.

Claudia Cassino