Star torna in tv con GranRagu’ classico e VINIZIUS/Y&R Barcellona

Casa di produzione Bedeschifilm. Pianifica Havas Media Group

 

 

La grande famiglia Star torna in televisione con GranRagù Classico Star. On air dal 23 agosto fino al 10 ottobre 2015, il nuovo spot, nel formato da 20’’, racconta con semplicità e concretezza la felicità dello stare insieme a tavola attorno a un piatto di GranRagù. Una storia raccontata da Giuseppe Tresoldi, dipendente Star da 21 anni, che esprime tutta la soddisfazione nel gustare in famiglia un ragù buono come quello fatto in casa, con ingredienti best online casino selezionati e carne 100% italiana. La creatività è stata ideata e sviluppata dal team VINIZIUS/Y&R Barcellona, mentre la produzione e regia della campagna è di Bedeschi. La pianificazione, a cura di Havas Media Group, coinvolge le principali reti televisive generaliste, satellitari e digitali.

 

Tic Tac in edizione speciale ‘travestiti’ da Minions

A pochi giorni dall’uscita nelle sale italiane del film Minions, Tic Tac lancia il gusto di banana, frutto per cui vanno anche matti i divertenti piccoli aiutanti di Gru. Ma non è tutto: Tic Tac, infatti, ha scelto per la prima volta di personalizzare i confetti delle proprie confezioni che, grazie alla tecnologia Write on Pills che ricorre a coloranti naturali, assumeranno l’aspetto di Stuart, Kevin o Bob, tre fra i più amati Minions. Grazie a questa limited edition, da settembre 2015 adulti e bambini si potranno gustare sia il nuovo film d’animazione Minions, uscito nelle sale italiane giovedì 27 agosto 2015, sia i nuovi Tic Tac Minions, riconoscibili anche per le confezioni da cento e duecento confetti che riproducono fedelmente le immagini di Stuart, Kevin e Bob. Il lancio di questa limited edition sarà supportato da una campagna di comunicazione che interesserà la tv, con uno spot dedicato, il web e i principali social media.

JCDecaux per le pensiline di Londra. Incarico da 700 milioni di euro in 8 anni

JCDecaux, numero uno mondiale nel settore della comunicazione esterna, e numero uno nel Regno Unito, si è aggiudicato da Transport for London (TfL) il più importante contratto pubblicitario al mondo per pensiline per i mezzi di trasporto, del valore di 700 milioni di euro per un periodo di 8 anni.

Dopo il recente lancio dello schermo digitale da 120 m2 della Stazione di Waterloo, del dispositivo digitale iconico situato sulla Old Street Roundabout EC1 e delle torri digitali del terminale T5 dell’aeroporto di Heathrow, JCDecaux continua a trasformare il paesaggio della comunicazione esterna di Londra. La digitalizzazione delle pensiline di Londra permetterà di creare un’impronta digitale integrale della capitale che coprirà tutte le posizioni strategiche del percorso dei consumatori.

JCDecaux succederà a Clear Channel UK, attuale titolare del contratto, a partire dal 1° gennaio 2016.

“La nostra rete di autobus trasporta quotidianamente 6,5 milioni di passeggeri e con le circa 5.000 pensiline, situate tutte in luoghi di primissimo ordine nella capitale, gli inserzionisti dispongono di una straordinaria opportunità per raggiungere i nostri utenti”, ha spiegatoLeon Daniels, direttore generale in carica dei Trasporti di superficie di TfL .

Jean-Charles Decaux (nella foto), presidente del Direttorio e co-direttore generale di JCDecaux, ha aggiunto: “JCDecaux è felice di essersi aggiudicato il prestigioso contratto di pubblicità di TfL, la maggior concessione di pubblicità online casino su pensiline al mondo. L”economia e la popolazione di Londra sono in piena espansione. La città, che sta cambiando a un ritmo senza precedenti dopo l”epoca vittoriana, avrà 10 milioni di abitanti entro il 2030, rafforzando così il suo valore come mercato per gli inserzionisti. Questo contratto, in combinazione con le altre concessioni per pensiline detenute da JCDecaux a Londra, permette di creare un”offerta unica di 15.000 impianti da 2 m² retroilluminati, che apre la strada ad una trasformazione digitale senza precedenti. Con oltre il 50% dei suoi ricavi pubblicitari nel Regno Unito ricavati dal digitale entro il 2017, JCDecaux renderà Londra la vetrina mondiale della comunicazione digitale esterna”.

 

‘Nessuno conosce il calcio meglio di William Hill’ è on air su tv, stampa e web. Firma Leagas Delaney

La nuova campagna paneuropea. Pianificazione a cura di Mediavest

La nuova campagna tv e stampa paneuropea di William Hill è on air per celebrare l’apertura della nuova stagione del Campionato di Serie A e comunicare il nuovo posizionamento del bookmaker britannico, operatore britannico di scommesse sportive online. William Hill torna in televisione con un nuovo progetto che coinvolge il nostro Paese e la Spagna e che vuole celebrare l’inizio della nuova stagione calcistica 2015-2016 comunicando il suo nuovo posizionamento. La nuova campagna, realizzata dall’agenzia Leagas Delaney, è in onda con l’inizio della nuova stagione calcistica, inizialmente nella versione da 30”, e proseguirà poi con tagli da 20 secondi.
Il film racconta con tono epico e grandioso la nascita, la storia e il trionfo a livello globale di un personaggio misterioso, l’unico che è riuscito realmente a conquistare il mondo – a differenza di altri grandi della storia, come Napoleone e Alessandro Magno, che invece hanno fallito. Il ‘personaggio’, la cui identità si scopre solo nel finale, è il calcio. È proprio lui a svelarsi e dichiarare solennemente: ‘Io sono il calcio e nessuno mi conosce come William Hill’.

“Siamo al fianco dei nostri utenti per aiutarli a vivere appieno la loro passione per il calcio, rendendo l’esperienza di gioco sempre più coinvolgente e ricca grazie alla più ampia rosa di scommesse di sempre, preziosa eredità frutto della presenza sul mercato inglese da oltre 80 anni – afferma Roby Salvadori, Country Manager, William Hill -. Questo nuovo spot e, in maniera più ampia tutto il nostro nuovo posizionamento, si fondano sull’estrema conoscenza del calcio, sulla leadership di William Hill nel mercato del betting e sull’offerta delle migliori quote, capaci insieme di rispondere alle esigenze di chi ama davvero il questo sport e per questo sceglie la nostra piattaforma per scommettere. Tutto questo comunicato con passione, con uno stile incalzante e in un’atmosfera leggendaria, per arrivare al cuore degli italiani, da sempre grandi amanti del calcio”.

La campagna tv sarà affiancata e integrata da una pianificazione stampa e online (attraverso wallpaper e banner) coerente con i messaggi e la creatività dello spot. Firmato dal regista brasiliano Vellas, il film (come tutta la campagna) è firmato da Eustachio Ruggeri (art e Direttore Creativo Associato), Stefano Baldon (art), Elio Buccino (copy) e Tony Serafini (copy), sotto la direzione creativa esecutiva di Stefano Rosselli e Stefano Campora. La colonna sonora è di Roberto Baldi. Il centro media è Mediavest.

Videology: il view-through-rate (VTR) rappresenta la priorità per gli advertiser europei

La ricerca ‘EMEA Video Market At-A-Glance’

Videologyvideologygroup.com -, tra le piattaforme di video advertising leader di mercato, ha svelato come il view-through-rate (VTR) rappresenti ora la priorità per gli advertiser europei in fase di definizione degli obiettivi delle campagne. Da un’analisi di tutte le impression servite tramite la piattaforma Videology nel secondo trimestre 2015, il VTR è risultato il principale KPI (36% delle campagne) nella misurazione dell’efficacia della spesa relativa ai media per gli advertiser EMEA.
La ricerca ‘EMEA Video Market At-A-Glance’ condotta da Videology e relativa al secondo trimestre ha anche evidenziato come i brand continuino a pianificare in modo olistico le campagne video digitali: basti pensare che il 63% di quelle in EMEA sono state servite su più di un dispositivo, e che il 20% degli advertiser della regione ha scelto di lanciare le campagne su pc e mobile in Q2, dato in crescita rispetto al 17,3% del trimestre precedente.

“Device portatili sempre più sofisticati hanno contribuito a spostare il focus nel settore, con la pubblicità che ora si trova a soddisfare le esigenze dei clienti indipendentemente dallo schermo prescelto. Le campagne multi-screen adesso rappresentano un imperativo se gli advertiser vogliono continuare ad attirare l’attenzione dei consumatori”, spiega Anne de Kerckhove, Managing Director, Videology EMEA.

Il secondo trimestre 2015 ha inoltre visto il 92% degli advertiser continuare a sfruttare il video digitale come elemento di una campagna olistica, acquistandolo seguendo lo stesso modello garantito di quello televisivo tradizionale. L’analisi ha inoltre rivelato che la stragrande maggioranza degli advertiser in EMEA ha scelto di servire le proprie campagne su player video di medie o grandi dimensioni, con l’80% di essi che ha preferito contenuti di qualità premium. Questo dato è stato più evidente in EMEA rispetto al Regno Unito dove scende al 71%.
La ricerca EMEA Video Market At-A-Glance relativa al secondo trimestre 2015 ha evidenziato altri importanti dati, in particolare: il 60% di tutti i placement utilizzati per le campagne in Q2 è stato frutto di inventario garantito in anticipo; il 24% di tutte le adv ha avuto per oggetto la categoria dei beni di largo consumo – meno 4% rispetto al primo trimestre 2015; la maggior parte delle impression in Q2 (66%) è stata servita su siti di intrattenimento, con un aumento del 3% rispetto al trimestre precedente. La versione integrale del Q2 2015 EMEA Video Market At-A-Glance è disponibile a questo link:  http://www.videologygroup.com/files/m/research-data/Q2_EMEA_Video_Market_At-A-Glance_2015.pdf

Su Instagram arrivano anche le foto rettangolari

Novità

Su Instagram è da ora possibile condividere foto e video sia in formato verticale che orizzontale. Istagram si rinnova e oltre al formato quadrato, da oggi, è possibile pubblicare foto e video non solo nel tradizionale formato ma anche con orientamento orizzontale e verticale. Inoltre, i filtri di foto e video saranno da ora uniformati e sarà possibile regolare l’intensità dei filtri per i video. Con 300 milioni di utenti al mese nel mondo (leggi notizia http://www.pubblicitaitalia.it/2015071645135/digital/instagram-pronta-a-lanciare-una-nuova-piattaforma-pubblicitaria-in-italia) il famoso social network fotografico l’app si aggiorna e introduce nuovi formati.

X Factor e Italia’s Got Talent in esclusiva su Sky fino al 2018

Sky Italia e FremantleMedia hanno siglato un accordo per l’estensione dei diritti dei format X Factor e Got Talent.

I due format di successo, show di punta dell’offerta di intrattenimento di Sky, saranno in esclusiva sulla pay tv fino al 2018 per un totale di tre ulteriori edizioni di X Factor, oltre alla nuova stagione attesa al debutto il prossimo 10 settembre su Sky Uno HD e due nuove edizioni per Italia’s Got Talent in aggiunta alla prossima e già confermata stagione al via a marzo 2016.

Grazie all’accordo, entrambi gli show, saranno arricchiti nelle nuove edizioni da contenuti fortemente innovativi.

“Sky offre ormai una straordinaria scelta di programmi di grande intrattenimento in Italia, e molto del merito di questo successo è di show come X Factor e Italia’s Got Talent. Questo accordo garantisce ai clienti Sky molte altre edizioni dei loro show preferiti, e prevede anche che continui il costante lavoro di aggiornamento dei format, che ha contribuito in questi anni a far crescere l’appeal di questi programmi”, ha commentato Andrea Zappia, amministratore delegato di Sky Italia.

Cecile Frot-Coutaz, ceo di FremantleMedia, ha aggiunto: “Questo accordo fortifica ulteriormente la nostra consolidata relazione con Sky Italia, la partnership creativa e l’ambizione condivisa di realizzare programmi sempre migliori, sempre più rilevanti e di cercare continuamente nuove forme di engagement per il nostro pubblico. Siamo orgogliosi di poter offrire per altri tre anni agli spettatori italiani gli show televisivi di maggior successo a livello globale”.

Le novità in arrivo

X Factor, la cui edizione italiana targata Sky è stata definita dall’ideatore Simon Cowell ‘la migliore del mondo’, accoglierà novità nel format già a partire da quest’anno. Nell’edizione 2015 gli appuntamenti che precedono il live si arricchiranno infatti di una nuova puntata, 6 settimane per 6 appuntamenti con le selezioni che condurranno alla scelta dei 12 finalisti; e l’edizione italiana dello show inoltre sarà l’unica al mondo in cui il regolamento ha ammesso anche le band. Anche le successive edizioni del talent show si preannunciano ricche di novità, confermando la tendenza di Sky a innovare e sperimentare anche format internazionali di consolidato successo.

Una tendenza che ha indubbiamente premiato il programma, sia in termini di gradimento sia negli ascolti, sia nella creazione di interazioni ‘social’: edizione dopo edizione, nella versione Sky X Factor è cresciuto in media del +44% in audience anno su anno, 27 milioni sono stati i voti interattivi cumulati solo nell’ultima edizione e oltre 2 milioni e 400 mila i tweet per la conversazione globale nell’edizione 2014. Cifre da record che confermano il primato per lo show come il più social e interattivo del panorama tv italiano.

Italia’s Got Talent ha debuttato nel marzo 2015 con la prima edizione targata Sky. L’accordo siglato con FremantleMedia prevede 2 nuove edizioni del talent show in esclusiva sulla pay tv, che seguiranno l’attesa seconda stagione in programma per marzo 2016.

Novità in arrivo già a partire dall’edizione 2016 che sarà arricchita da un daily quotidiano, una striscia di approfondimento proprio sul modello di X Factor.

Con la prima edizione targata Sky, Italia’s Got Talent ha raggiunto numeri di grande impatto: l’esordio con 1 milione 115 mila spettatori medi segna il miglior debutto per un talent show su Sky (+114% rispetto al debutto su Sky Uno di  X Factor nel settembre 2011 e +157% rispetto a MasterChef, nel dicembre dello stesso anno) arrivando a raddoppiare l’ascolto nel 7 giorni e toccando i 2 milioni di spettatori medi. Lo show, visto da circa 1 milione di spettatori medi ogni giovedì su Sky Uno, si è stabilizzato sui 2 milioni di spettatori medi complessivi a puntata nei 7 giorni successivi, senza considerare le messe in onda in chiaro su Cielo. La finalissima, vista da oltre 1 milione 700mila spettatori medi su Sky Uno e Cielo, il canale del digitale terrestre edito da Sky Italia, ha poi sfondato quota 3 milioni di spettatori medi nei 7 giorni.

Heineken e UEFA Europa League brindano con Amstel

Sponsorizzazioni

Heineken ha annunciato un nuovo e ambizioso progetto di sponsorizzazione che vede protagonista il marchio di birra Amstel come sponsor della UEFA Europa League. Un ritorno sui campi di calcio per Amstel, in precedenza sponsor della UEFA Champions League 1994-2005. Heineken sempre più attore chiave nel calcio europeo. “Amstel con la UEFA  torna a giocare un ruolo significativo – ha commentatoooo Walter Drenth, Senior Global Director International Brands in HEINEKEN -. Con le sinergie evidenti tra la UEFA Europa League e il marchio internazionale Amstel non vediamo l’ora di un’altra proficua collaborazione negli anni a venire”. Sulla base della partnership di successo già esistente con la UEFA, l’accordo promuove anche le birre Heineken e Amstel.
“Siamo lieti dare il benvenuto ad Amstel, un marchio con un patrimonio storico nel calcio professionistico europeo – ha commentato Guy-Laurent Epstein, Marketing Director of UEFA Events SA -. Con Amstel a bordo si completa con successo la famiglia di partner commerciale per la UEFA Europa League 2015-18 e quindi non vediamo l’ora di cominciare a lavorare con Amstel verso un successo prossimi tre anni”

Class Editori: nel primo semestre, a parità di perimetro, i ricavi pubblicitari crescono del 2,8%

Il consiglio di amministrazione di Class Editori, riunitosi giovedì 27 agosto, ha approvato i risultati consolidati relativi ai primi sei mesi dell’anno.

I ricavi totali dei primi sei mesi del 2015 sono stati pari a 38,87 milioni di euro rispetto ai 40,85 milioni del corrispondente periodo del 2014 (-4,8%). La riduzione è dovuta principalmente al fatto che i ricavi del primo semestre 2014 includevano sia i ricavi del canale Class TV in onda sulla frequenza LCN 27 del digitale terrestre, ceduto nel corso del mese di dicembre 2014, sia i ricavi dell’iniziativa editoriale relativa ai 25 anni della testata MF. A perimetro omogeneo e al netto di operazioni speciali, che quest’anno sono previste nel secondo semestre, il totale ricavi del 2015 mostra un incremento di 0,40 milioni di euro rispetto al 2014.

I costi operativi ammontano a 41,23 milioni di euro, contro i 45,06 milioni di euro al 30 giugno 2014, con una riduzione dell’8,5%. Il decremento delle spese operative consegue ad azioni di contenimento e risparmio intraprese nel corso del 2014, oltre ai minori costi determinati dall’uscita dal perimetro del canale Class TV.

Il margine operativo lordo (Ebitda) migliora del 44%, cioè di circa 1,85 milioni di euro: nel primo semestre del 2015 è pari a- 2,36 milioni di euro contro i -4,21 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente.

Il risultato ante imposte migliora di circa 2,21 milioni di euro (+21,7%) rispetto al primo semestre 2014: ammonta a -8,00 milioni di euro contro un risultato netto di -10,21 milioni di euro dell’anno precedente.

Il risultato netto complessivo dopo gli interessi di terzi e le imposte è pari a -7,79 milioni di euro (rispetto ad un risultato netto di -8,67 milioni di euro del primo semestre 2014). Il risultato netto complessivo del primo semestre 2014 includeva un effetto positivo pari a 3,31 milioni di euro relativo alle imposte anticipate su perdite fiscali IRES accantonate al 30 giugno 2014, prudenzialmente non accantonate al 30 giugno 2015: Quindi il risultato migliora di oltre 3 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta della Casa editrice presenta alla data del 30 giugno 2015 un indebitamento netto pari a 62,7 milioni di euro, leggermente inferiore ai 63,2 milioni al 31 dicembre 2014.

Principali eventi economico-finanziari del semestre

I dati di Nielsen relativi al mercato della pubblicità in Italia nel primo semestre del 2015 evidenziano un calo complessivo del 2,8% rispetto al primo semestre 2014. Nel dettaglio, la tv chiude a -3% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente; la stampa subisce un ennesimo calo dall’inizio della crisi nel 2007; con un -8% per i quotidiani e un -3,4% per i periodici; il calo di Internet, relativamente al perimetro display e video, è pari al -3,1%. Buoni i segnali dal mondo dell’Out of Home: Outdoor + 4,2%, transit + 9,4%  e Out of Home Tv in ripresa (-4,9%).

I ricavi pubblicitari della casa editrice, a parità di perimetro e di eventi non ricorrenti nel periodo, sono aumentati del 2,8%, con un brillante risultato sulla Moving TV che cresce a doppia cifra (+19,6%). Positivo e in controtendenza rispetto al mercato il trend dei periodici (+2,4%); in crescita tutti i canali televisivi che, al netto dell’uscita di Class TV 27, segnano complessivamente un +9,1%. A non parità di perimetro, la riduzione è poco sopra l’8%.

I ricavi relativi alla vendita di informazione finanziaria, effettuati tramite le controllate e-Class e PMF News Editori, nel periodo in esame hanno registrato un incremento delle vendite di servizi alle banche e le news di agenzia di circa il 2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La crescita è stata trainata in particolare dall’incremento dei volumi di vendita dei contenuti di informazione finanziaria attraverso la soluzione MF Pro sviluppata dalle controllate della Casa Editrice.

Nel corso del primo semestre 2015 i dati di traffico sui siti web della Casa editrice hanno registrato una significativa crescita soprattutto sui dispositivi mobili grazie al successo riscontrato dal sito di Milano Finanza (www.milanofinanza.it) sviluppato con design in grado di adattarsi a ogni genere di dispositivo, ottimizzandone la fruizione dei contenuti.

I dati di traffico giornaliero dei siti della Casa editrice nel primo semestre 2015, misurato in termini di pagine viste su pc e dispositivi mobili, mostrano una crescita del 14%, attestandosi a 862 mila pagine contro le 756 mila del primo semestre 2014, con un picco di 1,02 milioni a marzo 2015. Stabili gli utenti unici giornalieri, 114 mila, con un picco a marzo 2015 quando sono arrivati a 133 mila (fonte AudiWeb).

Leggermente superiore la crescita del traffico mensile: 26,5 milioni di pagine viste contro 22,8 milioni del primo semestre 2014, +16% (pc + dispositivi mobili, fonte AudiWeb), con un picco a marzo dove le pagine viste sono state ben 31,7 milioni. Sempre su base mensile, gli utenti unici (pc + dispositivi mobili) si sono mantenuti stabili rispetto al primo semestre 2014: 1,26 milioni medi nel 2015 contro 1,27 milioni nel 2014, con un picco a marzo 2015 a 1,37 milioni.

Il numero di lettori che seguono in tempo reale le notizie dei siti attraverso Twitter ha superato le 85 mila unità per MF-Milano Finanza e le 28 mila unità per la collegata Italia Oggi. Entrambi i quotidiani sono leggibili in formato digitale su tutte le piattaforme tablet e personal computer presenti sul mercato.

Per ciò che concerne le diffusioni cartacee e digitali delle testate, Milano Finanza ha registrato nel semestre una diffusione media di circa 73 mila copie (70 mila la media del 2014), Class di 43 mila copie (62 mila la media del 2014), Capital di 44 mila copie (62 mila la media del 2014).

Evoluzione prevedibile della gestione

Nonostante un leggero calo del fatturato rispetto al primo semestre 2014 ma in leggero incremento a perimetro con Class TV esclusa, la casa editrice ha ridotto sensibilmente le perdite operative rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, grazie anche alle azioni di riduzione dei costi già implementate e alle quali seguiranno nel corso dell’anno ulteriori misure riguardanti tutti i settori, incluso il costo del lavoro. A ciò va aggiunta la scelta di investire in maniera consistente nei settori del futuro, come il digitale, l’e-commerce, piattaforme come WeChat e CCIG Mall.

Nonostante le incertezze che ancora caratterizzano il mercato pubblicitario, la casa editrice ha pianificato per la seconda parte dell’anno iniziative editoriali i cui ricavi, dovrebbero permettere di recuperare e superare nel corso dell’anno i livelli di fatturato dell’anno precedente quando il perimetro era più ampio.

Como is back. E si affida a Slogan per la campagna

Il Calcio Como, tornato in Serie B grazie alla vittoria dei playoff di Lega Pro lo scorso giugno, ha affidato a Slogan la campagna abbonamenti per la stagione 2015-2016. L’agenzia

L’agenzia comasca, già sviluppatrice del sito calciocomo1907.it e della app, ha lanciato l’hashtag #ComoisBack in occasione della finale di play off e lo rilancia per la campagna abbonamenti.

L’immagine di spalle di un calciatore pronto a entrare nell’arena simboleggia la prossimità a una nuova sfida e l’uscita dal tunnel delle serie minori con il rilancio nel calcio professionistico.

Slogan ha sviluppato il concept e la creatività della campagna (locandina) per poi declinarla su tutti gli strumenti previsti per la campagna abbonamenti: on line, affissioni, dinamica.  La parte strategica di web marketing, social e seo (la stessa landing page Comoisback.com) è stata realizzata dalla società ComoComunica srl (www.comoco.it) che si occupa di web marketing e social, e che gestisce la comunicazione e ufficio stampa del Calcio Como srl. I risultati della campagna non si sono fatti attendere e i tifosi del Como hanno già sottoscritto oltre 1.000 abbonamenti usufruendo anche della speciale promozione presente sul sito www.comoisback.com

La campagna abbonamenti firmata Slogan proseguirà fino alla prima gara casalinga di campionato fissata per il 12 settembre contro il Livorno.

Facebook: un miliardo di persone in un giorno

Nella giornata di lunedì 24 agosto

Facebook registra il record totalizzando 1 miliardo di persone nella giornata di lunedì 24 agosto. Ad annunciare l’importante risultato lo stesso Mark Zuckerberg, che in un post dichiara :”una persona su 7 in tutto il pianeta è entrata su Facebook per connettersi con parenti e amici. Ma mai avevamo raggiunto l’obiettivo di un miliardo in un giorno solo. Questo è solo l’inizio per connettere il mondo intero”.

A giugno il social network ha registrato una media di 968 milioni di utenti al giorno. Mentre nel complesso Fb conta quasi 1,5 miliardi di utenti che accedono almeno una volta al mese. “Sono così orgoglioso della nostra comunità e dei progressi che abbiamo fatto – continua Zuckerberg -.Un mondo più aperto e connesso è un mondo migliore. Porta a relazioni più forti; un’economia più forte con più opportunità , e una società più forte che riflette i valori di tutti”

Havas, risultati al 30 giugno in crescita del 19,2%

Risultati semestrali in forte crescita per Havas. I ricavi complessivi del Gruppo al 30 giugno 2015 hanno registrato un incremento del 19,2%, superando il miliardo di euro. In aumento anche la crescita organica (+6,3%), mentre l’utile netto è salito del 27,6% a quota 77 milioni di euro.

Soddisfatto Yannick Bolloré (nella foto), ceo del Gruppo: “Havas ha registrato una forte crescita nella prima parte dell’anno, trainata da una dinamica commerciale potente e dalla continua messa a punto del nostro piano strategico ‘Together’. La perfomance realizzata nella prima parte dell’anno ci rende sicuri sul raggiungimento dei nostri obiettivi a fine anno”.

La progressione riguarda tutte le aree del mondo in cui la società opera: in Europa la crescita del business si attesta a +5,1% nel secondo trimestre 2015, il che rende il risultato del primo semestre altamente soddisfacente. In particolare buone performance sono state registrate in Francia, Spagna, Germania e Italia.

Dal 10 al 13 settembre torna a Camogli il Festival della Comunicazione

Dopo il successo della prima edizione con 20.000 presenze di pubblico e un coinvolgimento ben più ampio sui social network, torna a Camogli da giovedì 10 a domenica 13 settembre 2015 il Festival della Comunicazione (www.festivalcomunicazione.it). La manifestazione, ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, è promossa da Regione Liguria e dal Comune di Camogli.

Quattro giornate dedicate ad approfondire uno degli aspetti fondanti di ogni comunicazione, il linguaggio, vedranno la partecipazione di oltre 110 ospiti, che si alterneranno tra conferenze, tavole rotonde, laboratori, mostre, escursioni, spettacoli e un’installazione ambientale.

Gli interventi saranno suddivisi in quattro grandi aree: il linguaggio della cultura digitale; il linguaggio scientifico; il linguaggio delle arti e il linguaggio delle imprese. L’iniziativa si avvale ancora una volta della “guida” di Umberto Eco, la cui lectio magistralis ‘Tu, Lei, la memoria e l’insulto’ chiuderà il festival.

Tra gli appuntamenti, venerdì 11 settembre il cofondatore di Storyfactory Andrea Fontana parlerà di ‘Narrare l’impresa. Il ruolo dello storytelling nella comunicazione aziendale e politica’. Silvio Gulizia interverrà sabato 12 settembre su ‘Il blog come strumento di storytelling ed emancipazione’. La giornata di domenica 13 settembre sarà ricca di appuntamenti. Il blogger Matteo Bordone nell’intervento ‘E smettila con quel libro!’ insegnerà come amare i videogiochi per quello che sono: una delle massime espressioni della cultura contemporanea.

‘I Millennials: i linguaggi e i contenuti dei nuovi media’, sarà argomento dell’incontro con lo Youtuber Daniele Doesnt’ Matter, tra i dieci più famosi in Italia.

L’esperta di semiotica Maria Pia Pozzato in ‘La pubblicità di oggi fra vintage e avanguardia’ spiegherà come i nuovi media abbiano modificato in profondità i formati e i contenuti stessi della pubblicità. La blogger Anna Venere parlerà di ‘Moda e web. La parola ai non addetti ai lavori’.

E ancora domenica, l’amministratore delegato Rai Com Luigi De Siervo, Fedele Usai, deputy managing director di Condé Nast e Salvatore Ippolito, country Manager di Twitter Italia dialogheranno su ‘Re, Regina e tanti fanti: la complicata relazione tra contenuto e distribuzione’, mentre ‘Il blob come forma di comunicazione politica’ sarà il tema dell’incontro con il critico cinematografico e autore televisivo Enrico Ghezzi.

Anche quest’anno i social network avranno un ruolo centrale all’interno del festival. Sabato 12 settembre, l’esperta di cultura digitale Carola Frediani approfondirà il rapporto di amore-odio che da anni ormai si è consolidato tra social network e giornalismo ne “Il linguaggio dei social media”.

Domenica 13 settembre, il giornalista Beppe Severgnini, insieme a Stefania Chiale, terrà un’inedita ‘Lezione pubblica di Twitter’. E ancora, di Twitter si parlerà con Antonella Di Lazzaro, direttore media di Twitter Italia, nell’intervento ‘Twitter Zapping: la televisione che vuoi tu, in 140 caratteri’ (13 settembre), e con la manager di Twitter Italia Livia Iacolare, nella masterclass ‘Periscope: come utilizzare al meglio l’app che teletrasporta le tue emozioni’ (venerdì 11 settembre).

Inoltre, il Talent Garden di Genova metterà a disposizione un Temporary Coworking Space per fare network sulle best practices organizzative e gestionali dei social media.

Oltre alle conferenze e alle tavole rotonde, il festival prevede laboratori studiati appositamente per le diverse fasce d’età.

 

Blue Hive Roma sale sullo Startupbus insieme a Ford Italia

L’edizione europea 2015 di StartupBus, il progetto nato per ideare, creare e lanciare una startup in 72 ore, potrà contare – per il secondo anno consecutivo – su un importante partner: Ford Italia che, insieme all’agenzia Blue Hive Roma, conferma il suo impegno nel sostenere e incentivare la costante ricerca dell’innovazione.

Un sostegno riassunto in un concetto unico: Think In Progress, che sarà sempre presente. Sul bus, sotto forma dell’acronimo TIP, che brandizzerà tutti gli oggetti usati dagli startupper al lavoro; così come sui social, dove l’attività sarà veicolata e raccontata, attraverso l’hashtag #ThinkInProgess, da un team social di Blue Hive Roma, l’agenzia del gruppo Wpp dedicata alla comunicazione del cliente Ford Italia.

Una delle partecipanti che salirà a bordo del bus è stata selezionata nel Ford Social Lab in occasione della Social Media Week, tenutasi alla Casa del Cinema nel giugno scorso. Il suo sarà un racconto costante e dettagliato che sarà possibile seguire sul minisito dedicato http://startupbus-italia.webnews.it/ e sui canali social di Ford Italia.

La presenza dell’Ovale Blu sullo StartupBus sarà arricchita da diverse iniziative. Come la tappa al Ford Research Center di Aachen, uno dei centri d’avanguardia in Europa, che gli startupper potranno visitare accompagnati dal management Ford. Questa è solo una delle storie che Ford Italia sta scrivendo: uno storytelling nato da un nuovo approccio strategico, improntato all’innovazione, il filo conduttore di tutti i progetti offline e online dell’Ovale Blu.

Studio Universal rende omaggio a James Dean

Nel mese del 60° anniversario dalla scomparsa di un mito del cinema americano, James Dean, Studio Universal (Mediaset Premium sul DTT) lo ricorda con l’esclusiva prima TV sul canale del documentario ‘C’era una volta Il gigante’ di Hector Galan, lunedì 21 settembre alle 21.15 prima del film ‘Il gigante’.

Un viaggio attraverso interviste esclusive a George Stevens jr, figlio del regista, foto inedite e footage rari, come quello girato dallo stesso James Dean, per ripercorrere le riprese del film. Il documentario è presentato nell’ambito di una rassegna a lui dedicata in onda a partire dal 7 settembre ogni lunedì in prima serata nello spazio Hollywood Gold.