Alitalia, testa a testa tra Ogilvy&Mather e Leo Burnett

22 dicembre 2014

È in dirittura d’arrivo la definizione della nuova agenzia creativa da parte di Alitalia. Secondo quanto risulta a Today Pubblicità Italia, l’ultima fase della gara vedrebbe infatti sfidarsi in un testa a testa Leo Burnett e Ogilvy&Mather. Al pitch hanno partecipato inizialmente alcune delle principali strutture italiane. Dopo aver affidato, nel luglio scorso, l’incarico per la pianificazione media a GroupM (il budget, di circa 5 milioni di euro, era precedentemente gestito da Initiative), la compagnia aerea ha infatti intrapreso un processo di revisione dei partner creativi in vista anche del nuovo corso di comunicazione dettato dall’ingresso nel capitale azionario di Etihad Airways, al via dal 1° gennaio 2015. Le ultime campagne erano firmate da McCann.

Il 18 dicembre, in un’intervista al quotidiano la Repubblica James Hogan, ceo di Etihad e nuovo vicepresidente di Alitalia, ha delineato la strategia della società: “L’Italia merita un vettore capace di portare in giro per il mondo l’immagine che si è conquistata. Oggi per fortuna ci sono le condizioni per dire che Alitalia può essere questo vettore, che ce la può fare, grazie a un eccellente management team guidato da Silvano Cassano e con un cda di grande qualità”. Così come Etihad, la nuova Alitalia punterà sulla sponsorizzazione di eventi culturali e sportivi. “Anche in Italia, come nel resto del mondo siamo pronti a sostenere cultura, sport ed eventi popolari – ha spiegato Hogan -. Il primo esempio è l’Expo di Milano dove insieme ad Alitalia avremo una importante partecipazione e che sosteniamo con un programma di comunicazione sui nostri voli”.

Claudia Cassino