Lowe Pirella si aggiudica la gara Lindt e chiude il 2014 in positivo

13 dicembre 2014

Il general manager Massimo Martinengo: “L’agenzia si sta rilanciando”

Dopo aver inaugurato il 2014 con l’acquisizione internazionale della creatività di Seat Auto, Lowe Pirella chiude l’anno con l’ingresso di un altro importante cliente. Lindt Italia, parte del gruppo svizzero Lindt & Sprungli leader mondiale nella produzione di cioccolato premium, ha infatti scelto come partner per la sua comunicazione a 360° l”agenzia del Gruppo Interpublic di cui è a capo Massimo Martinengo. Il budget è stato assegnato dopo una gara che ha visto impegnate, oltre a Lowe, altre due agenzie. L’incarico è annuale.

“Chiudiamo il 2014 con un trend positivo in termini di fatturato – spiega Martinengo a Today Pubblicità Italia -. Dopo un periodo non facile, l’agenzia si sta evidentemente rilanciando. Questo è stato un anno di consolidamento, abbiamo preferito concentrarci sulla qualità della struttura non rincorrendo il new business a tutti i costi e rinunciando a partecipare a gare che non ci sembravano corrette. Adesso siamo al lavoro su diversi fronti, ma ci muoviamo all’interno di un mercato ancora attendista, in cui casino online gli investimenti decrescono e i clienti continuano ad agire con grande cautela”. È comunque un buon momento per l’agenzia di cui è direttore creativo Daniele Dionisi.

Diversi i progetti su cui l”agenzia sta lavorando per Lindt: già partita sul web una campagna per il lancio in Italia della nuova linea di cioccolato Hello, che dopo il suo successo in Germania sbarca in Italia per cercare di ‘addolcire’ anche da noi il target più giovane, con un linguaggio decisamente nuovo per la marca. Sempre per il web è stata realizzata una campagna digital per la linea di tavolette Excellence, al cioccolato fondente. Tutti i progetti attuati come quelli in corso portano la firma come direzione creativa di Laura Elli, che aveva già lavorato in passato per Lindt costruendo un rapporto di conoscenza e fiducia reciproca. Oltre a queste prime campagne infatti, Lowe si sta già misurando con altri lavori sulle marche e sulle festività prioritarie dell’azienda.

Claudia Cassino