Marco Trucco è il nuovo country manager di PokerStars.it

12 dicembre 2014

I presupposti per dar vita a nuovo sviluppo all’interno dell’azienda della picca rossa ci sono e l’esperienza accumulata negli anni nelle varie branche dell’iGaming potrebbe indirizzare verso lidi ancora inesplorati Marco Trucco, nuovo country manager di PokerStars. “Il mio compito – ha detto – sarà quello di spingere l’innovazione e la creatività ai massimi livelli: lavorerò per aumentare l’appeal del poker online per renderlo un’esperienza ancora più entusiasmante e accessibile a ogni persona, e fare di PokerStars.it una casa più grande e accogliente per tutti coloro che amano giocare online”.

Quando si parla di poker, PokerStars rappresenta un’eccellenza e l’ennesima conferma è arrivata dai recenti EGR Operator Awards: l’eGaming Review Operator Awards, che da dieci anni premia le eccellenze del gaming, ha infatti assegnato a novembre i due premi relativi al gioco del poker alla piattaforma con la picca rossa, nelle categorie “poker operator” e “mobile poker product”. Questo risultato, che sottolinea l’esperienza maturata negli anni, costituisce la base degli obiettivi che si è prefissato Marco Trucco.

“Stars è ora una società quotata e ha già comunicato ufficialmente che offrirà anche altri giochi oltre al poker nei paesi in cui è possibile farlo – ha infatti precisato il nuovo country manager in un’intervista a Repubblica.it -. L’Italia è certamente uno di questi. Stiamo lavorando per portare giochi da casinò e slot su PokerStars.it, dando la possibilità a tutti i giocatori italiani che amano il casinò di entrare nel mondo di Stars, che è riconosciuto da anni ai vertici mondiali per livello di attenzione al giocatore, eccezionale software di gioco e sicurezza”.

Detto questo, il settore poker continuerà a godere di grande attenzione per evitare che torni a essere un gioco di nicchia, come lo è stato fino al 2004. Il texas hold’em, la variante del poker più amata e praticata, non ha sempre goduto della luce di cui risplende da circa dieci anni, ossia da quando il gioco online lo ha fatto conoscere al grande pubblico sfatando il mito che nel poker conti soprattutto la fortuna.

Riconosciuto come uno skill game, il poker ha accresciuto nel tempo la sua base di utenti, ma nei piani di Trucco esiste ancora una fetta di possibili fruitori. “Dobbiamo aprire la casa di Stars anche a chi non è ancora un appassionato di poker, e anche il poker ne beneficerà. Aggiungeremo poi anche le scommesse sportive appena sarà pronto il prodotto, che non avrà nulla da invidiare agli specialisti del settore. Tutto questo senza rallentare un secondo sull’innovazione nel poker, che è stata, è, e sarà sempre il cuore di Stars”.