Da LeWeb parte la digital healthcare (R)evolution

11 dicembre 2014

L’evento dedicato alla rete si chiude oggi a Parigi

Il mondo dell’IT e quello delle neuroscienze stanno per diventare una cosa sola.
A dirlo è stato ieri Laurent Alexandre sul palco di LeWeb dando il via a uno dei panel più importanti della seconda giornata di evento, the reinvention of healthcare.
Chirurgo, neurobiologo e presidente di DNAVision, Alexandre è anche fondatore di più di 10 startup in ambito NBIC, l’acronimo che definisce il segmento in cui nanotecnologie, biotecnologie, IT e scienze cognitive convergono.
“L’ecosistema sta cambiando e la medicina pian piano diventerà IT – dice -. Quello che avverrà sarà la fusione di due realtà che per troppo tempo sono state viste come due ambiti distanti”. E prosegue: “Nel 2015 la manipolazione genetica sarà realtà di tutti i giorni. È innegabile che siamo di fronte a una vera e propria rivoluzione. Se sarà buona o meno, lo dobbiamo ancora scoprire”.

Insomma, il mondo dell’healthcare sta diventando digital a tutti gli effetti. “La digitalizzazione di questo settore sta finalmente diventando realtà – dice Jeff Clavier, Venture Capitalist di SoftTech VC – e parliamo di un mercato con una quantità incredibile di opportunità da cogliere”.
Non solo nanotech, medicina e IT, ma anche servizi cloud, sensori sempre più avanzati. E ancora, la rivoluzione degli smartphone, le ultime frontiere della stampa 3D, la robotica e il wearable al servizio della salute. Tutto questo si unisce in un unico grande settore che ha come obiettivo quello di scoprire tutto sulla macchina più potente che l’uomo abbia mai conosciuto (finora): il cervello umano. Se qualcuno non se ne fosse ancora accorto, il futuro dell’healthcare è qui e ora. Possiamo alzare muri al cambiamento o possiamo indirizzare questa rivoluzione verso qualcosa di buono. A noi la scelta.

Eugenia Morato