GreyUnited e Sky Cinema On Demand esaudiscono i desideri di tutti  

1 dicembre 2014

 

A Natale ognuno ha qualche desiderio da esprimere. Quest’anno sarà possibile realizzarli tutti grazie a Sky Cinema e alle migliaia di titoli sempre a disposizione su Sky On Demand. Ed è proprio da questo concetto che nasce la nuova campagna natalizia curata da GreyUnited, l’agenzia guidata dai direttori creativi esecutivi Pino Rozzi e Roberto Battaglia.

In tv è protagonista una letterina di Natale lunghissima, praticamente infinita, che passa da una casa all’altra riempiendosi dei desideri di tantissime persone: c’è chi chiede un Natale incantato, chi si augura di incontrare un supereroe o chi sogna di vivere una grande avventura. Tutte queste richieste possono diventare realtà grazie a Sky On Demand, che mette a disposizione di tutti film come Frozen, Spider-Man 2, Rio 2 e altri ancora.

La magica letterina prosegue il suo viaggio perdendosi all’orizzonte verso la luna, in una suggestiva atmosfera natalizia. Nella scena finale troviamo una famiglia che realizza i suoi desideri grazie a Sky On Demand: ora tutti possono vedere quello che vogliono, quando vogliono. Hanno la possibilità di immergersi in un mondo fantastico, di passare una serata divertente o di fare un viaggio in paesi lontani: con oltre 2.500 titoli sempre aggiornati è facile trovare sempre quello che si desidera.

Lo spot, realizzato dalla casa di produzione Akita film con la regia di Anthony Atanasio e Valerie Martinez, è pianificato sulle principali emittenti nazionali e al cinema. La campagna sarà declinata anche in radio, stampa e affissione. Qui a essere protagonista è l’ampia offerta di grande cinema e serie tv, visualizzata attraverso l’immagine di una lunghissima slitta carica di pacchi natalizi che richiamano i tantissimi titoli disponibili su Sky On Demand: c’è tutto per esaudire qualsiasi desiderio, proprio come ci ricorda la line che chiude la campagna.

Il team di Grey United è composto dai direttori creativi Luca Beato e Serena Di Bruno, dal copywriter Mattia Perego e dall’art director Filippo Solimena.