L’e- commerce evolve con Public-Ideas

25 novembre 2014

Francesca Pinzone

Anche quest’anno Public-Ideas, player europeo impegnato nello sviluppo di innovative soluzioni di marketing online a performance è presente allo Iab Forum. L’e-commerce è il tema dominante intorno al quale Public Ideas ha sviluppato le più nuove soluzioni di performance marketing e IAB Forum è l’occasione per presentarle nei dettagli a partner e prospect. Inoltre allo stand H4C di Public Ideas è possibile incontrare nuovo Country Manager Italiano – annuncia Francesca Pinzone (nella foto), sales director Italy -, figura strategica completamente nuova il cui focus sarà dare maggiore impulso al business e consolidare la nostra posizione di mercato nei confronti degli inserzionisti e degli editori. Il commercio elettronico, insieme alle app e al mobile continuano a registrare tassi di crescita significativi – dichiara Francesca Pinzone, sales director Italy -, pertanto Public-Ideas ha messo a punto, tra le altre cose, soluzioni volte al download delle app, sempre con un modello di business basato sulla performance (CPD – Cost per download). La trasformazione nella comunicazione introdotta dalla rete sta portando dei profondi cambiamenti anche nell’ambito pubblicitario. “La distribuzione dell’advertising multipiattaforma favorirà senz’altro la penetrazione della compravendita degli spazi in modalità programmatica per permettere a chi gestisce i budget di adattare l’investimento alle giuste leve garantendo maggior controllo e migliori risultati – continua Pinzone -. Il programmatic pertanto eroderà maggiormente parte della quota destinata al buying tradizionale e cambierà quindi il modo di vendere, acquistare e ottimizzare l’inventory creando opportunità e maggiori guadagni sia per gli inserzionisti che gli editori. Il performance marketing continua ad essere una leva dell’advertising digitale per i marketer che vogliono ottenere risultati tangibili in termini ROI ma stiamo assistendo ad un’evoluzione impossibile da trascurare: l’utente naviga con sempre più device (desktop, smartphone, tablet, app, tv e console giochi connessi) e nuove forme di e-commerce (come per esempio il couponing) stanno conquistando maggiore peso. Questo mutato scenario ha fatto emergere nuove esigenze in termini di tecnologie di tracking flessibili e cross-device e indicato nuovi obiettivi per gli inserzionisti come la misurazione dei download delle app e le operazioni speciali. L’affiliazione si è pertanto anch’essa evoluta in un modello di risultati orientati alla performance a 360°”.