Tre Marie è ‘Il Buono di Milano’: firma Grey United

25 novembre 2014

Tre Marie torna in tv, dopo quasi 20 anni, con Grey United, con uno spot in onda da domenica 23 novembre, dove si è voluto associare con ironia intelligente il concetto di Buono all’idea di ‘lusso accessibile’ in una storia di Natale moderna. Ambientato in una magnifica villa, lo spot ci porta in un mondo aristocratico, elegante ed esclusivo. Il momento non è in realtà idilliaco, perché è in corso un pignoramento: quadri, statue, mobili antichi e tappeti, perfino un’auto d’epoca, vengono portati via sotto lo sguardo severo di un ufficiale giudiziario. Seguiamo un maggiordomo attraversare tutte le stanze della grande villa portando un Panettone Tre Marie che metterà in tavola per la famiglia di milionari che, nonostante tutto, continua a festeggiare il Natale. Quello che accade intorno poco importa, perché ciò che conta è avere il Panettone per eccellenza, Tre Marie, un classico della tradizione. E a Natale – come sottolinea lo speaker – c’è un lusso che tutti si possono sempre permettere. È il Panettone Tre Marie, quello autentico perché fatto ancora secondo la ricetta tradizionale milanese.  Lo spot si chiude con il payoff che sintetizza come il marchio Tre Marie sia il vero depositario dei valori della tradizione dolciaria milanese, l’unico che per la sua lunga storia, può firmarsi: ‘Il Buono di Milano’. All’idea dello spot, on air nel taglio a 45, 30 e 15 secondi con una pianificazione sulle principali emittenti nazionali, sotto la direzione creativa esecutiva di Pino Rozzi e Roberto Battaglia, hanno lavorato un team composto dai direttori creativi associati Luca Beato, Francesco Poletti e Serena Di Bruno, e dai senior Paolo Moretti e Daniele Dagrada. Sempre per l’agenzia Carla Beltrami (tv producer), Giulia Girimonti (account director), Marilyn Cicoria (account). La regia è di Vincent Lobelle, casa di produzione MovieMagic, e musica originale ‘White Christmas’ di Bing Crosby.