Accademia Italiana della Cucina ‘mette in tavola’ l’evoluzione della cucina all’Università degli Studi di Milano

21 novembre 2014

La Delegazione Milano Navigli in occasione del suo decennale

 

 

La Delegazione Milano Navigli dell’Accademia Italiana della Cucina (www.accademiaitalianacucina.it), in occasione del suo decimo compleanno, insieme all’Università degli Studi di Milano organizza per domani mattina, 22 novembre, dalle  9,30 alle 13 presso l’ateneo, il convegno, aperto a tutti, sul tema ‘La filosofia della cucina e l’estetica della tavola: un unico mondo, in divenire’. L’evento, con il patrocinio del  Comitato Scientifico EXPO 2015  del Comune di Milano, vuole contribuire a valorizzare argomentazioni culturali legate al tema Nutrire il pianeta – Energia per la vita. L’Accademia è infatti un’istituzione culturale riconosciuta dal Ministero della Repubblica Italiana, che ha il compito di salvaguardare, insieme alle tradizioni della cucina italiana, la civiltà della tavola, espressione viva e attiva nella cultura del Bel paese. Il ruolo e le evoluzioni della cucina e della tavola saranno esplorati e contaminati da punti di vista diversi: dalla filosofia estetica della tavola all’arte del gusto degli chef in cucina, al design e al mondo delle stoviglie. Per rispondere a cosa rappresenta la cucina oggi e quali sono i canoni estetici che accompagnano questa trasformazione, dalla tavola, al design dei cibi e delle stoviglie. Il food design, in particolare, rappresenta una forte esigenza del mercato e un elemento fondamentale nella comunicazione. Dal ristorante ai punti retail. Se ne discuterà nella sala di Rappresentanza della Statale con professori universitari dell’Università degli Studi e Politecnico di Milano e dell’Università di Firenze, lo chef Enrico Bartolini e il critico enogastronomico Enzo Vizzari insieme al delegato Giovanni Battista Spezia di Milano Navigli, che ha ideato il progetto, e Paolo Petroni, Presidente del Centro studi dell’Accademia Italiana della Cucina Franco Marenghi, che si occupa di cogliere e analizzare le tendenze non solo nel panorama gastronomico; con la presenza del Presidente dell’Accademia Giovanni Ballarini. “Svariati sono i temi che la Delegazione Milano Navigli ha affrontato nel corso di questi dieci anni accademici, ma ancora non avevamo realizzato un incontro per far parlare esperienze universitarie diverse, dall’estetica all’industrial design, alla storia dei costumi con le realtà che ogni giorno lavorano per i consumatori e con chi ha la penna per raccontare il panorama della cucina al fine di offrire in un convegno pubblico uno spaccato di una visione contemporanea della cucina e della tavola”, commenta Giovanni Battista Spezia e aggiunge “siamo orgogliosi di aver avuto questa occasione a pochi mesi da un evento dal tema così importante come Expo 2015”. Milano Navigli ha inoltre realizzato per mano di una giovane artista, Liz Kimble, il logo del convegno, che vede protagonista un gufo, realizzato con i colori e la forma del marchio dell’Accademia, il quale rappresenta la filosofia, base di tutte le scienze. L’artista, di nazionalità americana e spagnola, ha trascorso diversi anni fra Madrid e Londra, per poi trasferirsi a Milano. Con il suo disegno ha voluto fare un omaggio alla promozione culturale espressa dal ruolo dell’Accademia Italiana della Cucina, che è presente in tutto il mondo.