Filmmaster Productions: “Strutturati per sperimentare”

20 novembre 2014

Lorenzo Cefis

“Chiuderemo l’anno con una crescita superiore al 10% , rispettando il budget preventivato. Un dato che ci consente di impegnarci anche sulla sperimentazione e su progetti sociali di alto livello come nel caso di  Fare x Bene Onlus”, ha affermato Lorenzo Cefis (nella foto), ad di Filmmaster Productions. “In un momento in cui, purtroppo, ci troviamo spesso ad avere come concorrenti delle ‘one man band’ – ha voluto sottolineare il manager – noi crediamo ancora fortemente nel rispetto della struttura e riteniamo che proprio questa sia uno dei nostri elementi di forza”.

Fra le note più positive si conferma Filmmini, la unit nata per offrire un modello produttivo agile, flessibile e crossmediale. “Ha portato un valore aggiunto enorme e ci ha consentito di coltivare una ‘cantera’ di nuovi talenti. L’idea è quella di esportare questo modello anche in Spagna”, ha detto Cefis. Intanto all’orizzonte c’è l’annunciata apertura della sede di Berlino che sarà operativa dalla prossima primavera, diventando di fatto l’hub del gruppo nel cuore dell’Europa. Allargando lo sguardo, ricordiamo che proprio quest’anno il progetto industriale si è ampliato con la nascita  di Filmmaster Group – Italian Entertainment Network la nuova holding dell’intrattenimento globale che ha visto confluire le esperienze e le attività del Gruppo Filmmaster, di Civita Cultura e di Cine District Entertainment, in  un unico grande contentitore. Limitandoci alle società che operano sotto il brand Filmmaster le previsioni di fatturato per quest’anno si attestano intorno ai 65 milioni di euro, con un’equa ripartizione dei ricavi fra la componente produttiva e l’area degli eventi.

Andrea Crocioni