Altavia Italia, nel 2014 fatturato a +10%

20 novembre 2014

“Il 2014 è stato difficilissimo, ma per noi è stata un anno di crescita. Il nostro fatturato ha registrato un incremento del 10% rispetto a un 2013 che ci ha visto raggiungere una cifra vicina ai 60 milioni di euro”, ha dichiarato Paolo Mamo (nella foto), ad di Altavia Italia, intervistato ieri a Milano a margine della presentazione della campagna di Fare x Bene Onlus. Un’annata che ha visto entrare nel portafoglio clienti molti brand di Ferrero per i quali la sigla creativa gestirà lo shopper marketing. “Stiamo preparando una rivoluzione all’interno dell’agenzia, un piano strategico da qui al 2020 che presenteremo in occasione di un meeting alla fine di questo mese – ha spiegato il manager -. Spingeremo sempre di più sul posizionamento ‘omnichannel’. Siamo una realtà fortemente orientata al mondo retail. Abbiamo sviluppato una grande capacità di lavorare sulla relazione con il consumatore, puntando sempre di più sul mix fra digitale e analogico”.

Archiviata l’esperienza di Altavia Every, complice l’uscita di Maurilio Brini dal gruppo, l’agenzia ha scelto di puntare esclusivamente sul marchio Altavia, nella logica di un’integrazione sempre più stretta fra le due anime dell’agenzia: l’area marketing e il publishing. “La gestione di piani di comunicazione stampa – ha continuato Mamo – è stata una scelta vincente che ci ha differenziato dai concorrenti e aiutato nei momenti di crisi. Ora la stampa ha un calo, sta diventando sempre più customizzata. Il publishing si sta sposando molto sul digitale. Noi ci siamo attrezzati. Siamo una realtà strutturata non solo per reagire alle richieste dei clienti, ma per essere essenzialmente propositiva”.

Andrea Crocioni