Lavazza lancia il calendario 2015 e studia la campagna per i 120 anni

23 ottobre 2014

Gli scatti di Steve McCurry a sostegno del progetto di slow food ‘10.000 orti in Africa’. Budget di comunicazione 2014 in linea con quello del 2013. Per l’anno prossimo crescono gli investimenti all’estero

 

 

Una donna etiope in primo piano, che rappresenta Madre Natura, ‘difende’ una pianta di caffè. È questa l’immagine simbolo del calendario Lavazza 2015, svelato ieri a Torino in anteprima alla stampa internazionale, e dedicato ai contadini africani, cioè agli ‘earth defenders’.

Una call to action a sostegno del progetto di Slow Food ‘10.000 orti in Africa’. Coordinato graficamente dall’agenzia Armando Testa, il calendario Lavazza 2015 si è affidato al fotografo statunitense Steve McCurry: i suoi scatti sono un viaggio nel continente africano attraverso il lavoro, i volti, i territori e le produzioni locali.

Per la prima volta Lavazza ha collaborato con Slow Food per il calendario (ma la partnership con il Salone del Gusto risale al 1996) e per la prima volta mille pezzi del calendario saranno messi in vendita al costo di 30 euro durante il Salone del Gusto che si apre oggi a Torino. La tazzina di caffè con il logo del brand, icona ricorrente dei precedenti calendari, appare solo in qualche immagine.

“Da un punto di vista visivo si può parlare di un passo indietro, ma questa votla abbiamo voluto veicolare il valore dell’autenticità di chi lavora – ha spiegato a Today Pubblicità Italia Francesca Lavazza, direttore corporate image dell’azienda -. Siamo partecipi di un progetto sociale che nasce da una condivisone su temi di etica e di sostenibilità alimentare. Si tratta di un percorso che ci porterà sul palcoscenico internazionale di Expo 2015 (di cui Lavazza è caffè ufficiale del Padiglione Italia, ndr) e che proseguirà con il Salone del Gusto 2016”. Il calendario è stato sostenuto in comunicazione con un maxi poster outdoor in piazza San Carlo a Torino dal 15 ottobre, con una campagna stampa sui principali quotidiani in concomitanza con il Salone del Gusto e con una pagina sulla guida Slow Food.

La creatività è di Armando Testa con la direzione creativa di Michele Mariani. La pianificazione è di Mec.

Zodiak Active ha invece curato il sito calendar2015.lavazza.com e ha realizzato con il regista Davide Scalenghe il video online con le interviste ai protagonisti e con le riprese del backstage: è in corso una trattativa tra Lavazza e Discovery Italia per trasformare questo materiale in un programma tv. Ognuno può diventare un difensore della terra e per creare movimento sui social è stato lanciato l’hashtag #earthdefenders. Inoltre, l’azienda di Torino ha siglato un accordo con Google per la mappatura degli orti africani.

Lavazza si prepara a festeggiare nel 2015 i suoi 120 anni, evento che sarà celebrato con “una grande campagna istituzionale di marca che punterà sui nostri valori. Stiamo definendo con AT i termini della prossima comunicazione”, ha dichiarato la manger. Già allo studio anche il lancio di prodotti celebrativi e il logo ad hoc per l’anniversario. Intanto, a metà novembre sarà on air lo spot natalizio dedicato alla gamma A Modo Mio: un nuovo episodio della saga ‘Paradiso’ con qualche novità, ancora top secret, a fianco del testimonial Enrico Brignano. “Il budget 2014 è in linea con quello del 2013 – ha spiegato Maddalena Lembo, responsabile adv e digital marketing di Lavazza -, mentre quello 2015 è in definizione. Nel nostro marketing mix ha grande prevalenza la tv, il digitale vale il 10% degli investimenti e cresce il nostro interesse per la web tv”.

Non si è ancora conclusa la gara creativa internazionale che vede coinvolte le agenzie Leo Burnett, stvDDB e Y&R. “L’obiettivo nel 2015 è un ulteriore espansione nei mercati esteri con un conseguente aumento del budget di comunicazione fuori Italia”, ha concluso Lembo.

 

Valeria Zonca