La7 punta sul 10% di share con Miss Italia di Simona Ventura

10 settembre 2014

Domenica alle 21 la 75esima edizione del concorso

Aveva promesso un pranzo ai giornalisti intervenuti durante la presentazione dei palinsesti televisivi autunnali Urbano Cairo, se la 75esima edizione di Miss Italia 2014 in onda su La7 e La7d domenica 14 settembre alle ore 21 non avesse raggiunto il 10% di share. Un obiettivo di ascolto ambizioso dal momento che l’anno scorso il programma, per la prima volta sulla rete di Cairo, si era fermato, complice la veloce migrazione dall’ammiragli Rai, al 5,5% di share con punte del 16%.

Miss Italia, la cui conduzione quest’anno è affidata a Simona Ventura con la produzione di Magnolia, “continua a catalizzare l’interesse del grande pubblico – come dichiarato da Marco Ghigliani, ad di La7 -, rappresentando l’evoluzione di uno spaccato della nostra società. L’anno scorso siamo arrivati in corsa, ma nonostante questo siamo riusciti ad attirare l’attenzione del pubblico generalista. Nell’edizione del 2013 il dato interessante è che abbiamo raggiunto 8,7 milioni di contatti. Quest’anno abbiamo lavorato con i giusti tempi a un progetto che si svolgerà con una formula nuova”. Miss Italia ha un contratto con La7 di altri 2 anni, con opzione di rinnovo. “Si tratta di un’appassionante operazione di modernità”, ha affermato Patrizia Mirigliani, la patron e organizzatrice del concorso, felice che la “nuova casa sia la rete dei contenuti di Cairo”.

E’ un ritorno alla generalista, ma anche un’avventura del tutto nuova, la presenza di Simona Ventura. “Dopo un’esperienza di tre anni sulla satellitare Sky, ho fatto la scelta di lavorare a progetto. Mi sono assunta questo rischio, poi è arrivata la proposta di condurre Miss Italia. La mia sarà una conduzione moderna ma con il rispetto della tradizione”. Sull’obiettivo di ascolto proposto dall’editore, la presentatrice, che da maggio sarà impegnata su FoxLife con il programma tutto nuovo Il contadino cerca moglie, ha aggiunto: “E’una serata difficile rispetto anche la concorrenza, ma il programma è cult e le ragazze faranno parte dello spettacolo”.

Su La7, ad anticipare la serata di premiazione in diretta da Jesolo, due seconde serate in onda domani e venerdì, in cui saranno raccontate le fasi di preselezione. Tra le novità di quest’anno il meccanismo di voto disgiunto tra uomini e donne, che sarà applicato solo in una fase del programma e che può salvare – o mettere in eliminazione – alcune ragazze in concorso. Le finaliste in gara incominceranno la loro avventura in 24, per poi arrivare a 16, a 8, a 5 fino all’elezione di Miss Italia 2014. A concorrere per la fascia di più bella di Italia, come da modifica a regolamente, anche trentenni e curvy. Dopo essere stato bandito due anni fa, segna il suo ritorno anche il bikini “in un contesto elegante e raffinato”, ha raccontato Mirigliani. Tra gli sponsor del programma (i cui costi di produzione sono di circa 900.000 euro e che sono a carico di Miren, mentre i costi tecnici sono di La7 ndr) figurano Rocchetta, Cotonella, Miluna, Wella, Lotto, Kia, Interflora, Romeur Academy, Celli Alta Moda, Vivi natural care, Top Secret.

Serena Poerio