Pomilio Blumm cresce nell’area del Mediterraneo con ALF

5 settembre 2014

Pomilio Blumm si occuperà dell’organizzazione e della gestione di 19 eventi da svolgere nella regione Euromediterranea per conto della principale fondazione per il dialogo interculturale che ha sede ad Alessandria d’Egitto, Anna Lindh Foundation. L’aggiudicazione segue quella del bando bando dell’Autorità Europea per la sicurezza alimentare e quelli per la gestione del centro informazioni sull’Unione Europea a Skopje e quello per la ‘Communication and Visibility’ dell’Agenzia per il Mediterraneo con sede a Barcellona.

Al fine di garantire l’efficienza del priorio lavoro nell’ottica di quella trasparenza alla base dell’etica della sua attività, Pomilio Blumm, che con questo bando del valore di circa 1 milione di euro si occuperà dell’organizzazione di iniziative nei mercati dell’intera area mediterranea, da quelli più estremi di Mauritania e Algeria, passando per Italia, Egitto, Libano, Palestina, Grecia e Ungheria, aprirà un ufficio sul territorio egiziano. Attualmente la ALF, istituita nel 2005 per il dialogo tra le culture, coordina i network nazionali dei 43 Paesi che aderiscono all’Unione per il Mediterraneo, mettendo in contatto, stimolando e finanziando 3.219 organizzazioni non governative, università, enti locali e regionali, associazioni private e centri di ricerca.

L’associazione svolge dunque un ruolo di rete di reti nazionali di organizzazioni di società civile impegnate per lo più nella promozione del dialogo interculturale e interreligioso.