Banzai diventa partner industriale di Good Morning Italia

2 settembre 2014

Nel primo mese di lancio il 20% degli utenti ha scelto l’abbonamento a pagamento

Good Morning Italia, la giovane start up online dal gennaio 2013,  che offre uno sguardo panoramico sul mondo ogni mattina, dopo una prima fase beta, è diventata un’impresa e ha comunicato un accordo di partnership con Banzai Media, che è entrata nel capitale della società. Good Morning Italia, il servizio italiano di informazione essenziale, è un nuovo media pensato per un’epoca di overload informativo. Dopo un lungo periodo di beta, in cui il servizio era gratuito ed è cresciuto fino ad arrivare a settemila abbonati attivi, a metà luglio Good Morning Italia ha lanciato l’app, il nuovo sito web, e i nuovi abbonamenti a pagamento. Nel primo mese di lancio, nonostante il periodo estivo, il 20% della comunità di abbonati di Good Morning Italia ha scelto l’abbonamento a pagamento. “Siamo molto contenti di poter affiancare come soci e partner industriali Good Morning Italia nella sua fase di crescita. Si tratta di una startup molto innovativa nel panorama delle news in Italia, sia per la modalità di fruizione, una email mattutina puntuale e efficace, sia per il modello di business ad abbonamento. I primi risultati sono veramente incoraggianti. È un servizio che credo farà parlare di sè”, ha affermato l’ad di Banzai Media, Andrea Santagata (nella foto).

Good Morning Italia è riuscita a riempire uno spazio, a rispondere a una domanda di informazione e di comprensione della realtà. La giovane impresa è un nuovo media pensato per un’epoca di overload informativo. Una redazione composta da giovani giornalisti seleziona le notizie che contano da tutto il mondo e le presenta all’abbonato in modo semplice e veloce. Ogni mattina, in due minuti, migliaia di abbonati ricevono via email o tramite app Good Morning Italia, e possono avere uno sguardo ampio e internazionale sulle notizie per affrontare informati la giornata. La nuova versione, che conta su un sistema multipiattaforma e integrato tra email, web e app per dispositivi iOS e Android, è offerta con un abbonamento di prova gratuita per 30 giorni, con un abbonamento mensile (1,79 euro al mese, circa 5 centesimi al giorno), con un abbonamento annuale (17,99 euro all’anno, circa 4 centesimi al giorno), e, per la fase di lancio, con l’abbonamento a vita (49,99 euro).

Dopo una fase di beta, in cui il servizio era gratuito ed è cresciuto fino ad arrivare a settemila abbonati attivi, a metà luglio Good Morning Italia ha lanciato l’app, il nuovo sito web, e i nuovi abbonamenti a pagamento. Nel primo mese di lancio, nonostante il periodo estivo, il 20% della comunità di abbonati di Good Morning Italia ha scelto l’abbonamento a pagamento. Un modello di business molto innovativo nel panorama delle news in Italia che ha conquistato Banzai Media.

“Essere informati in modo puntuale e ampio è fondamentale. È un fattore competitivo: Good Morning Italia risponde a questa domanda, con semplicità. Siamo felici di continuare a crescere grazie alla conoscenza di internet e dell’editoria di Banzai, un vero e proprio partner industriale per Good Morning Italia. Siamo ancora all’inizio del percorso, ma il primo mese dal lancio ci offre numeri positivi, confermando che gli utenti scelgono di premiare l’informazione di qualità e sono disposti a pagare per un prodotto che ritengono utile”, ha affermato il fondatore di Good Morning Italia, Beniamino Pagliaro.