Abercrombie & Fitch dice addio al logo

29 agosto 2014

La celebre catena di abbigliamento casual Abercrombie & Fitch attuerà dalla prossima primavera una vera rivoluzione nella propria strategia di marketing: via il logo da t-shirt e felpe. Il riconoscibile alce, così come l’ingombrante nome del marchio, scomparirà dai capi della collezioni vendute nel Nord America. Secondo quanto riportato da The Wall Street Journal, la mossa seguirebbe il cambiamento registrato nel comportamento di acquisto dei teenager, target principale del brand, maggiormente attratti rispetto al passato da capi di abbigliamento meno costosi e non di marca, più adatti a definire uno stile individuale. Un atteggiamento, quello dei teenager statunitensi, che ha minato i conti dell’azienda di moda guidata da Michael F. Jeffries: il secondo trimestre 2014 ha registrato un calo di vendite del 6% rispetto all’anno precedente. A ferire A&F anche la politica aggressiva adottata da emergenti catene di fast-fashion come Hennes & Mauritz di H&M e Forever21, capaci di mettere sul mercato jeans in vendita a meno di 8 dollari. “Per la stagione primaverile, l’intenzione è di eliminare il business legato al logo” ha dichiarato recentemente il chief executive Mike Jeffries. Tale decisione non riguarderà invece l’Europa, dove il logo continuerà a essere parte ‘riconoscibile’ del business di Abercrombie & Fitch.