Il cinema di Studio Universal onora Billy Wilder a settembre

26 agosto 2014

Il settembre di Studio Universal vede Billy Wilder protagonista ogni lunedì alle 21.15 con un ciclo di film firmati dal grande regista: da Frutto proibito a Scandalo internazionale, da Viale del tramonto fino a Irma la dolce e Prima pagina. Wilder è stato creatore di lungometraggi che hanno segnato, inevitabilmente, il mondo del cinema, grazie alla sua spiccata dote di regista, dal tratto lieve, soave e garbato. Ad accompagnare il ciclo un Focus esclusivo dedicato al regista, sceneggiatore e produttore Billy Wilder, una figura che ha segnato l’epoca d’oro del cinema americano. Preziosi materiali d’archivio e interviste ripercorrono la vita e la carriera di quello che è considerato tra i fondatori del genere noir nonché il padre della commedia brillante americana. Lunedì 29 settembre in seconda serata, Studio Universal propone inoltre, a 70 anni dalla sua uscita e in prima tv, la versione restaurata de La fiamma del peccato, capolavoro che fu candidato a 7 Premi Oscar tra cui Miglior Film e Miglior Regia, con Fred MacMurray e Barbara Stanwyck.

Diversi i film in prima serata trasmessi da Studio Universal, tra i quali per la prima volta sul canale Beethoven, I Flinstones in Viva Rock Vegas, i Gremlins e La sposa cadavere di Tim Burton. Per la prima volta sul canale verrà trasmessa anche la serie Batman, ogni venerdì alle 21.15. In occasione dei 75 anni della pubblicazione del primo albo delle avventure del celeberrimo fumetto, Studio Universal dedica a Batman anche un focus celebrativo in cui viene esplorato il fortunato legame che ha unito la creatura di Bob Kane al mondo del cinema. Protagonisti della rassegna sono i quattro film della prima saga cinematografica di Batman che hanno contribuito a rendere immortale l’uomo pipistrello: Batman, Batman – Il ritorno, Batman Forever, Batman & Robin. Prosegue il ciclo Amore senza età, ogni mercoledì alle 21:15, che a settembre propone Prime, Tre amici, un matrimonio e un funerale, La vita a modo mio e Autumn in New York.