Cairo Commmunication, nel 1° semestre 2014 utile a 14,5 milioni con la riduzione dei costi

5 agosto 2014

Urbano Cairo

Nel secondo trimestre 2014 la raccolta pubblicitaria sulle testate periodiche, pari a complessivi 8,7 milioni, è stata in crescita dell’1% rispetto a quella del trimestre analogo 2013

 

Cairo Communication (nella foto il presidente Urbano Cairo) ha approvato oggi i risultati semestrali al 30 giugno 2014. Il gruppo ha continuato a conseguire risultati positivi nei suoi settori tradizionali (editoria periodici e concessionaria di pubblicità) e perseguito il consolidamento dei risultati degli interventi di razionalizzazione dei costi del settore editoriale televisivo (La7) implementati negli otto mesi di attività del 2013. I ricavi consolidati lordi sono pari a 142,2 milioni di euro (in linea con i 143,4 milioni nel primo semestre 2013).

Il margine operativo lordo (EBITDA) e il risultato operativo (EBIT) sono pari a rispettivamente 16 milioni e 14 milioni (rispettivamente +27,6% e +27,5% rispetto ai risultati analoghi della gestione corrente del primo semestre 2013).

Il risultato netto consolidato è pari a 14,5 milioni (+71,3% rispetto al risultato netto consolidato della gestione corrente del 2013).

Nel semestre, la gestione di La7 ha generato un margine operativo lordo (EBITDA) positivo di 4,9 milioni (rispetto a una perdita a livello di EBITDA di 28,7 milioni nei sei mesi gennaio-giugno 2013) e non ha assorbito cassa; oltre il 90% dei ricavi di La7 è riconducibile alla raccolta pubblicitaria effettuata da Cairo Communication, in forza del contratto di concessione pubblicitaria già in essere prima della acquisizione. Cairo Communication ha inoltre consolidato i risultati di F, Settimanale Nuovo e Settimanale Giallo, confermato gli elevati livelli diffusionali delle altre testate pubblicate e perseguito il miglioramento dei livelli di efficienza raggiunti nel contenimento dei costi del settore editoriale periodici (produzione, editoriali e di distribuzione).

Nel semestre lo share medio del canale La7 è stato pari al 3,60% nel totale giorno e al 4,24% in prime time, con un target di ascolti altamente qualitativo. Lo share di La7d è cresciuto allo 0,49%. Per il settore editoriale periodici, il margine operativo lordo (EBITDA) e il risultato operativo (EBIT) sono stati pari a 6,3 milioni e 5,7 milioni, in crescita del 35,3% e del 40,8% rispetto agli analoghi risultati del primo semestre 2013. Sonoo stati confermati ottimi risultati diffusionali con ricavi per 34,8 milioni. Con riferimento ai settimanali, il gruppo con circa 1,8 milioni di copie medie vendute nei cinque mesi gennaio-maggio 2014 si conferma il primo editore per copie di settimanali vendute in edicola, con una quota di mercato di oltre il 25%.

Con riferimento al settore concessionarie, il margine operativo lordo (EBITDA) e il risultato operativo (EBIT) sono stati pari a rispettivamente 4,8 milioni e 4,2 milioni (rispettivamente 7,5 milioni e 6,9 milioni nel periodo analogo del 2013). Nel primo semestre 2014 la raccolta pubblicitaria sui canali La7 e La7d, pari a complessivi 82,4 milioni, ha sostanzialmente confermato quella realizzata nel primo semestre 2013 (82,6 milioni). Nel secondo trimestre 2014 la raccolta pubblicitaria sulle testate periodiche del gruppo, pari a complessivi 8,7 milioni, è stata in crescita dell’1% rispetto a quella del trimestre analogo dell’esercizio precedente, segnando una significativa inversione di tendenza rispetto all’andamento registrato negli ultimi anni.

La posizione finanziaria netta consolidata al 30 giugno 2014 risulta positiva per circa 152,5 milioni (circa 172,9 milioni al 31 dicembre 2013). In particolare, al 30 giugno 2014 la posizione finanziaria netta di La7 è pari a 121 milioni. In data successiva alla chiusura del semestre (25 luglio 2014) la società controllata Cairo Network ha provveduto al versamento dell’importo offerto (31,6 milioni) per l’acquisto del Mux, avvalendosi anche di un finanziamento bancario di 25 milioni erogato da Unicredit.

Nel secondo semestre 2014 il Gruppo Cairo Communication continuerà a perseguire lo sviluppo dei suoi tradizionali settori di attività (editoria periodica e raccolta pubblicitaria) per i quali considera realizzabile l’obiettivo di continuare a conseguire risultati gestionali positivi. Con riferimento al settore editoriale televisivo, nel seguito del 2014 il gruppo continuerà a impegnarsi con l’obiettivo di consolidare i risultati degli interventi di razionalizzazione e riduzione dei costi realizzati nei primi quattordici mesi di attività.