DiFrutta affida a Gruppo icat lo sviluppo del product range e la campagna di retail marketing

5 agosto 2014

‘Il succo si ribella’, è questo il pay-off creato per la nuova linea di succhi biologici DiFrutta: una gamma che vuole alzare gli standard qualitativi imposti dal mercato, e stabilire un nuovo modo di bere sano e naturale. Gruppo icat (www.gruppoicat.com) ha curato il lancio di questi prodotti ideando l’intera immagine del brand: dalla creazione del marchio alla texture delle bottigliette, dalla brochure al materiale promozionale per i locali e le pasticcerie, fino al sito Internet www.difrutta.it.

La texture, disegnata a mano, nasce su ispirazione dei disegni trip, una forma d’arte che rompe gli schemi, un linguaggio nuovo per richiamare lo spirito libero e anticonformista del prodotto. Anche il colore vuole segnare un punto di rottura con il mondo bio, contraddistinto generalmente dal verde e dal marrone. Per questi succhi, invece, l’agenzia ha voluto espressamente puntare su tinte trendy e creare uno stile bio fashion, dove il buono diventa sinonimo di bello. Da qui l’idea di una texture che copre interamente la bottiglietta e che offre un impatto visivo e un appeal maggiori, in linea con le tendenze del momento.

A ciascuno dei nove gusti è stato associato un colore che richiama il frutto contenuto: dal viola per il mirtillo selvatico, al giallo intenso per l’ananas, a tutte le gradazioni dell’arancione per i succhi a base di carota e arancia. Lo spirito ribelle che caratterizza il prodotto è espresso anche dal font Always forever utilizzato per il pay-off, che richiama la scrittura a mano, più libera e anticonvenzionale. Nel materiale dedicato alla vendita viene dato risalto alle proprietà nutrizionali e alla provenienza della frutta selezionata. Attraverso immagini emozionali e suggestive dei frutti e la storia delle loro origini, comprese le informazioni sulla qualità benefiche che apportano, è stato creato un vero e proprio racconto che invita a scoprire una per una tutte le varietà della gamma.

“Sono convinta sia questo il modo vincente per conquistare il mercato e fare la differenza. Tutto il materiale ideato per la vendita, le texture delle bottigliette, le brochure, gli espositori e anche il sito Internet, sono stati studiati proprio in questo senso: per creare uno stile distintivo, dare un forte appeal estetico a un prodotto buono, e per aggiungere un tocco originale e di tendenza a un momento di pausa – spiega Elena Borella, direttore creativo del Gruppo icat -. Le etichette rappresentano, inoltre, una vetrina verso il mondo digitale e social creato intorno al marchio: grazie al QR code, al sito Internet e al link Facebook, infatti, è possibile rimanere sempre aggiornati sul mondo DiFrutta e conoscere le caratteristiche che lo rendono un prodotto unico e di tendenza”.