RCS MediaGroup: risultato netto a -70 milioni di euro; -7,6% i ricavi per l’area Media Italia

1 agosto 2014

Ferruccio de Bortoli lascerà la direzione del Corsera nella primavera 2015, partecipando su richiesta della azienda alla individuazione del nuovo direttore

 

Non solo numeri al centro del Cda di RCS MediaGroup, che sotto la presidenza di Angelo Provasoli, ha approvato ieri i risultati al 30 giugno 2014.Prima ancora dei dati semestrali, infatti, il Gruppo ha annunciato di avere concordato con Ferruccio de Bortoli la conclusione della sua lunga esperienza alla conduzione del Corriere della Sera “con pieno apprezzamento per il lavoro svolto in dodici anni complessivi di direzione e con sentita gratitudine per il suo apporto alla Società ed al Gruppo, nel quale entrò alla fine del 1973”; de Bortoli su richiesta dell’azienda ha accettato di partecipare al processo di individuazione del nuovo direttore, rimanendo alla direzione fino alla data della prossima assemblea ordinaria della Società che approverà il bilancio 2014 (primavera del 2015).

Quanto al risultato del primo semestre 2014, i ricavi netti consolidati di Gruppo si attestano a 611,1 milioni di euro (-5,6%). I ricavi da attività digitali sono cresciuti a 79,5 milioni (+8,6%), pari al 13% dei ricavi complessivi di Gruppo. I ricavi diffusionali ammontano a 288,1 milioni di euro (330,1 nel pari periodo 2013). Tengono i ricavi pubblicitari, 250,8 milioni di euro (contro 251,3), principalmente grazie alla crescita dei ricavi realizzati con editori terzi (+19,6 milioni) e dei ricavi legati a eventi e manifestazioni sportive (+1 milione). I ricavi editoriali diversi crescono di 6,1 milioni di euro.

L’EBITDA pre oneri e proventi non ricorrenti è pari a -4,2 milioni di euro (vs -28,6 milioni). L’EBITDA post oneri e proventi non ricorrenti è pari a -29,2 milioni, in miglioramento di 75,6 milioni. Il risultato operativo (EBIT) è negativo per 65,1 milioni di euro (vs -142,8 milioni). Il risultato netto dell’esercizio è negativo per 70 milioni di euro (-125,4 milioni al 30 giugno 2013).

In particolare, l’area Media Italia (Quotidiani Italia, Periodici e Attività Televisive) registra ricavi per 260,6 milioni di euro (-7,6%): i ricavi digitali raggiungono il 15% dei ricavi complessivi, in lieve aumento rispetto al pari periodo 2013. I ricavi editoriali sono pari a 138,3 milioni di euro (-2,6%).  I ricavi editoriali del Sistema Corriere e del Sistema Gazzetta evidenziano un trend sostanzialmente in linea rispetto al primo semestre del 2013, sostenuti sia dallo sviluppo dei ricavi nell’area digitale sia dal positivo effetto dell’aumento del prezzo di copertina. I ricavi pubblicitari sono pari a 111 milioni di euro, -8,3% e la raccolta sui mezzi on-line raggiunge il 22% dei ricavi pubblicitari dell’area. I ricavi editoriali diversi ammontano a 11,3 milioni.

Sul fronte diffusionale, nell’ultimo rilevamento Ads del mese di maggio Corriere della Sera si attesta a 480 mila copie medie diffuse (-4,6% – fonte interna). Le copie digitali sono pari a 126 mila, + 34% sul primo semestre 2013. Le diffusioni totali de La Gazzetta dello Sport nel semestre, 271 mila copie, sono in calo del 2,2% ma la crescita delle copie digitali compensa parzialmente il calo di quelle cartacee. I siti corriere.it e gazzetta.it raggiungono complessivamente 45,5 milioni di browser unici medi mensili non duplicati (-2%) e le edizioni digitali hanno superato i 162 mila abbonamenti attivi, +25%. Nei primi sei mesi sono state scaricate 2,5 milioni di edizioni digitali, +44,1% rispetto allo stesso periodo del 2013 (fonte interna). Per quanto riguarda le versioni mobile, nei primi sei mesi del 2014 Corriere Mobile cresce del 66% rispetto al pari periodo 2013; +53% per Gazzetta Mobile.

L’EBITDA dei primi sei mesi del 2014, positivo di 12 milioni, risulta in miglioramento di 71 milioni. Escludendo dal confronto gli oneri e proventi non ricorrenti, l’EBITDA risulta positivo per 14,8 milioni.

L’area Media Spagna registra ricavi per 176,6 milioni di euro (194,5 milioni nell’omologo 2013): i ricavi digitali arrivano al 14,5% dei ricavi complessivi, con un +14,3%. I ricavi pubblicitari sono pari a 75,2 milioni di euro (-4,2%) e la raccolta sui mezzi on-line si attesta al 25,4% dei ricavi pubblicitari complessivi netti. I ricavi editoriali sono pari a 81 milioni di euro (vs 93,8).

RCS prevede per l’anno 2014, nel complesso, ricavi sostanzialmente stabili rispetto al 2013 e rispetto alle precedenti ipotesi di lieve crescita si prevede per il 2014 un risultato netto ancora negativo sebbene in miglioramento rispetto a quanto registrato nel 2013.