Recma, Starcom MediaVest Group prima nel ranking mondiale nel 2013

23 luglio 2014

Il billing della sigla è pari a 47,1 miliardi di dollari. Seguono OMD e ZenithOptimedia 

Starcom MediaVest Group, per il quarto anno consecutivo, guida la classifica 2013 dei media network globali stilata da Recma, con un billing pari a 47,1 miliardi di dollari. Lo sostiene il Report Recma, che analizza i risultati ottenuti dalle agenzie media di 62 Paesi. Tra le singole agenzie spiccano OMD (Omnicom Mediagroup) con 41,2 miliardi di dollari (+10%) e ZenithOptimedia (Publicis Groupe) con 36 miliardi (+8%). Al quarto posto si posiziona Mindshare (Wpp) con un fatturato pari a 34,6 miliardi (+11,5%), mentre la quinta posizione è occupata da Carat (Dentsu Aegis Network) con 32 miliardi (+19%). Starcom MediaVest Group conquista la pole position anche nel ranking ‘Top 14 countries’, che rappresenta l’81% dell’industry media. Tra le holding company, spicca Wpp con 104,5 miliardi di dollari (+12%), che detiene una quota di mercato di quasi il 28%, seguita da Publicis Groupe, con 83,1 miliardi (+14%) e il 22% di quota, da Omnicom Media Group con 54,7 miliardi (+11%) e 15% di share of market, e da Dentsu Aegis, Mediabrands e Havas Media. Carat è la sigla che è cresciuta maggiormente a livello di fatturato con +19,3% seguita da Starcom con +18,3%. Nel complesso, 8 agenzie hanno riportato una crescita compresa tra il 10 e il 14% e 3 al di sotto del 10%. Gli Stati Uniti sono il primo Paese per billing (141 miliardi di dollari), seguiti da Cina (27 miliardi di dollari) e Regno Unito (26,1 miliardi). In Nord America, con un billing complessivo di 149,4 miliardi di dollari, prima risulta essere SMG con 27,8 miliardi di dollari (+20%), seguita da ZenithOptimedia con 16,2 miliardi (+9,6%) e OMD con 15,4 miliardi (+9,5%). I network che dominano la classifica dei ‘Top 14 countries’ non sono altrettanto forti nei mercati emergenti. SMG vanta la prima posizione in entrambe le classifiche, lo stesso OMD, mentre ZenithOptimedia, al terzo posto nel ranking dei ‘Top 14 countries’, scivola in ottava posizione nella classifica globale.