Movi&Co. e Adci portano a Milano i ‘ruggiti creativi’ di Cannes

10 luglio 2014

Una battaglia a colpi di spot per raccontare il meglio della creatività internazionale. Una sfida che ha visto scontrarsi amichevolmente Alessandro Orlandi (nella foto), direttore creativo di Saatchi & Saatchi Italia, e Karim Bartoletti, Consigliere Adci e Socio ed Executive Producer di Filmmaster Productions. Si è tenuta ieri a Milano ‘Un ruggito di creatività: Pubblicitari Italiani raccontano Cannes Lions 2014’, operazione nata su iniziativa di Movi&Co., il concorso che mette in contatto giovani videomaker indipendenti con le realtà aziendali per la realizzazione di video, e l’Art Directors Club Italiano. Nel corso dell’appuntamento sono stati mostrate le migliori case history del Festival della Creatività, un ‘the best of’ dell’ultima edizione della manifestazione che ha avuto luogo lo scorso giugno. “Iniziative come questa sono molto importanti – ha detto Orlandi -. Cannes è troppo elitaria, purtroppo ha dei costi elevati di partecipazione e non è accessibile a quei giovani che rappresentano il futuro della nostra professione”.

Ha aggiunto Bartoletti: “Al Festival della Creatività in genere si va con due obiettivi: da un lato per prendere qualcosa che puoi portare indietro, dall’altro per capire dove stai nel mondo, come ti posiziona il tuo lavoro. Occasioni come questa servono a spiegare i meccanismi dell’advertising di oggi, a raccontarne le eccellenze, ma soprattutto a creare cultura e mostrare modi diversi di fare le cose che hanno come denominatore comune la centralità dell’idea”. La ‘Battaglia a colpi di spot’ si è conclusa con i due sfidanti che hanno scelto il loro video preferito tra quelli dell’avversario. Alessandro Orlandi avrebbe voluto presentare Harvey Nichols “perché è un progetto estremamente integrato e in ogni suo aspetto è stato curato in modo incredibile. Non è solo adv, ma è anche product design e il fulcro dell’operazione è proprio il punto vendita. E poi soprattutto perché é un progetto coraggioso in cui tutto è condito di una cattiveria affascinante”.Karim Bartoletti invece avrebbe voluto presentare VisionLab, “una campagna che porta all’essenza dell’idea l’idea stessa, così tanto che approfitta persino di un crafting basico – ma non scontato – per raccontarlo. Il coraggio creativo e comunicativo nella sua essenza distillata”.

Movi&Co. ha voluto creare con l’evento di ieri un’occasione formativa per raccontare attraverso casi di eccellenza come si comunica nel mondo e, sempre nell’ottica di supportare i nuovi talenti dell’audiovisivo, ha organizzato parallelamente un’occasione di visibilità per 10 videomaker selezionati fra gli iscritti alla nuova edizione. I videomaker scelti, in una sorta di Speed Date, hanno avuto la possibilità di mostrare la propria showreel ad Alessandro Orlandi, a Karim Bartoletti e a Matteo Maggiore, Consigliere Adci pcon delega ai Giovani e creativo di Leagas Delaney.

Andrea Crocioni